Musica, Cinema, TV e Spettacolo

A cena con Roberto Vecchioni e la Musica

Mercoledì sera, in via Teodosio 19 a Milano, ha avuto luogo il secondo di una serie di incontri “musicali” organizzato dall’associazione Musica Oggi e Massimo Moavero, responsabile dell’associazione culturale ‘Oggi Non Ho Fretta’.
Tra le persone che affollavano la serata erano presenti molti musicisti tra cui, invitati speciali, Roberto Vecchioni, Patrizio Fariselli e Paolino Della Porta.
La serata inizia con un tranquillo aperitivo in attesa che siano tutti presenti, è già un piccolo convivio, due chiacchiere tra vecchi amici, malgrado i più non si conoscano tra loro.

All’arrivo di Roberto Vecchioni alcune delle persone in sala si avvicinano a salutarlo quindi si avvicina al suo tavolo, al suo fianco Paolino Della Porta (contrabbassista), Francesca Petrolo (trombonista), Patrizio Fariselli (pianista) e Enrico Intra (pianista). Ci sono diversi altri musicisti tra i conviviali nei tavoli attorno, la cena inizia, il buon cibo e il buon vino vanno a completare quell’atmosfera raffinata ma “familiare” che fino dall’inizio si poteva percepire.
Tra una portata e l’altra Massimo Moavero, si avvicina al tavolo centrale chiedendo a Roberto Vecchioni se è possibile regalarci il piacere di una canzone, Roberto è restio, sorride, protesta debolmente, consapevole dell’attesa dei conviviali, poi accetta.

Intona ‘Lettere d’amore‘ perchè, spiega prima di cominciare, “..questa è una canzone che io amo particolarmente..” canta in acustico, con l’accompagnamento delicato e piacevole di Patrizio Fariselli al piano e Paolino della Porta al contrabbasso, mentre la musica scorre l’espressione di Roberto cambia la sua emozione controllata invade lentamente la sala contagiando tutti i presenti e toccando il culmine quando le note diventano quelle di ‘Luci a San Siro‘ pezzo celeberrimo del cantautore.
Roberto Vecchioni torna al suo tavolo e la cena prosegue, scambiando due chiacchiere mi racconta del concerto di beneficenza a Roma e della lezione tenuta all’università di Pavia, avente come argomento “la canzone di protesta”, qualche considerazione sulle difficoltà dell’insegnamento con gli amici musicisti, e la serata volge al termine.

Mentre Roberto cerca di salutare cortesemente ogni persona presente, il Maestro Enrico Intra si mette al piano, intona una versione un po’ jazz di ‘Luci a Sa Siro‘ e di nuovo l’emozione invade la sala, impossibile sfuggire.
Un abbraccio commosso tra Enrico Intra e Roberto Vecchioni chiude l’evento. Lo avvicino, lo abbraccio lo ringrazio per ogni momento ma soprattutto, per l’emozione che ancora vedo nei suoi occhi.

Evento organizzato dalle associazioni culturali ‘Musica Oggi’ e ‘Oggi Non Ho Fretta‘.

Immagini e testo per gentile concessione di Angela Bartolo

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Seguici!!!

Resta aggiornato seguendo la nostra pagina Facebook.

Clicca MI PIACE per non visualizzare più questo popup.