Musica, Cinema, TV e Spettacolo

A Febbraio tornano The Irrepressibles con ‘Nude’

Nel 2010 un cortometraggio che mostra ‘In This Shirt’ dell’orchestra art-pop The Irrepressibles diventa un fenomeno della rete. Sorprendentemente originale, con magnifici visuals e riferimenti all’immaginario omoerotico, si è dimostrato una presentazione pertinente per una delle più innovative band britanniche. Con un mantra come “fare qualcosa che rappresenti la vera originalità, drammaticità e intensità della vita”, la prima incarnazione di The Irrepressibles è stata descritta dal suo leader Jamie McDermott come una “performance orchestra“, coreografata e condotta da McDermott. Questa “enchantingly theatrical pop extravaganza” si accompagna all’album ‘Mirror Mirror‘, suonato in locali strapieni in giro per il globo e che si è guadagnato il munifico plauso della critica.

Il 5 febbraio (per l’Italia), The Irrepressibles ritornano con ‘Nude‘, un nuovo album che mostra una nuova direzione. Un lavoro dove spicca la dark elettronica che si unisce ad una orchestrazione altamente creativa ed originale che gli stessi mancuniani definiscono come essere “la ricca complessità della vita”.
Un lavoro crudo ed intenso, ispirato dagli elementi, focalizzato sul trascorrere del tempo e sulla memoria, ‘Nude‘ è espansivo e d’atmosfera, con potenti melodie e arrangiamenti che giocano sia con l’iconografia europea, sia con quella americana.
A proposito della traccia principale e prossimo singolo ‘Arrow’ (in uscita ai primi di Gennaio), McDermott si rivolge al tumulto della propria adolescenza, ricordando il raggiungimento della maturità tramite il suo amore per un altro ragazzo.
Un pezzo profondamente poetico che esplora la bellezza e la fragilità dello spirito umano, la canzone unisce ‘i testi confessionali di McDermott e una voce che sfiora il cielo’ con le orchestrazioni strumentali in stile drammatico e dark electro europea di Fassbinder / Kenneth Anger. Il video che l’accompagna, diretto da McDermott, ha raccolto migliaia di click nelle prime due ore in cui è stato caricato sulla rete.

‘New World’, parte di un doppio singolo pubblicato il 27 agosto, abbraccia lo stile doo-woop anni ’50 con un sub-bass e una dark new wave anni ’80, in una canzone che parla di emancipazione. ‘Tears‘, contenuta nella stessa pubblicazione, è influenzata da orchestrazioni cinematografiche anni ’40, elettronica anni ’80 e prog-rock anni ’70, trasformandosi in un pezzo electro kitsch. Ancora tramite un testo semi-autobiografico, McDermott canta della vita surreale di un artista con le “lacrime di un clown” che lotta contro le proprie insicurezze.
Con influenze sonore che spaziano da Phil Spector, ai maestri del Doo-wop The Flamingos, Godspeed You Black Emperor, Neil Young, Elettronica Giapponese e Abba, ‘Nude’ segna un altro capitolo distinto nella storia perennemente in evoluzione dei The Irrepressibles.

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Seguici!!!

Resta aggiornato seguendo la nostra pagina Facebook.

Clicca MI PIACE per non visualizzare più questo popup.