Addio a T-Model Ford, leggenda del blues

Ieri sera si è spento, in una casa di riposo per anziani a Greenville (Mississipi), James Lewis Carter Ford, meglio conosciuto come T-Model Ford.
Fa specie non sapere quanti anni avesse esattamente il musicista, in quanto quando lui nacque – tra gli 89 e 94 anni fa – l’anagrafe non era funzionale come oggi.

Una vita lunga, fatta di alti e bassi, che lascia dietro di sè, oltre che una lunga serie di opere entrate a far parte della storia della musica blues, anche una lunga serie di vicende legali. La sua carriera iniziò negli anni ’70, quando – passata già la 50ina – Ford imparò sia a leggere che a suonare la chitarra, lasciatagli da una delle sue ex mogli (ne ebbe ben sei). A quel punto venne notato da Matthew Johnson della Fat Possum, che ancora oggi annovera tra i suoi artisti The Black Keys e Iggy and The Stooges. Il suo blues produsse opere che entrarono a far parte della storia della musica americana: ‘Pee-Wee Get My Gun’, ‘You Better Keep Still’, ‘She Ain’t None of Your’n’ e ‘Bad Man‘. La sue ultime produzioni risalgono al 2008, con gli album ‘Jack Daniel Time‘ e ‘Don’t Get Out Talkin’ It‘.

Ma come dicevamo, la sua vita è stata anche costellata di vicende meno lodevoli: visse un’infanzia difficile, succube di un padre violento. Ma la violenza fu presente in tutta la sua vita: venne anche accusato di omicidio, crimine per il quale pagò solamente con due anni di carcere. Inoltre subì tre attentati alla sua vita, ai quali sopravvisse.

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Potrebbe piacerti anche Altri dell'autore

Seguici!!!

Resta aggiornato seguendo la nostra pagina Facebook.

Clicca MI PIACE per non visualizzare più questo popup.