Anche per l’edizione 2014, il Festival di Villa Arconati porta la grande musica nella provincia milanese

festival_arconauti

Il Festival di Villa Arconati 2014 si propone, ancora una volta, come un’oasi di pensiero e flusso musicale “altro” rispetto al rumoroso e composito mercato della musica dal vivo di Milano e provincia.

Tutti gli anni – e siamo all’edizione numero 26 – al momento di comporre il roster degli artisti ci si pongono le solite domande sui nomi, sui numeri, sui gusti del pubblico….e alla fine la risposta, la scelta viene da sola, figlia della storia del Festival e delle sue costanti, continue orgogliose contaminazioni. La scorsa edizione in otto date ha totalizzato sedicimila presenze, con proposte variegate, coraggiose, a volte difficili.
E il pubblico, il “popolo del Festival”, ha risposto con fiducia e piacere alle idee di musiche possibili uscite dal Castellazzo, dando alla nuova edizione una specie di “carta bianca” artistica.

Le nove date dell’edizione 2014 si sono inaugurate lo scorso 26 Giugno con qualcosa di deliziosamente originale e ricercato, proposto da quel genio della ricerca alternativa che è Vinicio Capossela. Ieri sera, Giovedì 3 luglio, è tornato a Villa Arconati il pianoforte di Stefano Bollani con il suo progetto ‘Pianosolo‘.

Musica come territorio di ricerca, come terapia, come colonna sonora di mondi diversi che si possono unire in emozioni dolcemente malinconiche e molto, molto personali. E’ la musica dei Mogwai, band scozzese post -rock che torna in Italia lunedì 7 luglio. A precedere la formazione sul palco saranno gli islandesi Mùm, una delle band di punta nell’attuale panorama della musica elettronica nel nord Europa.
Venerdì 11 luglio sale sul palco un artista che da sempre è tutt’uno con il suo strumento, un uomo che ha dedicato la sua vita artistica e non solo alla ricerca del mix perfetto fra feeling, qualità e piacere nel suono: George Benson accompagnato dalla sua chitarra.

La storia del festival di Villa Arconati è fatta di corsi e ricorsi, e di ritorni graditi e attesi. Mercoledì 16 luglio torna una voce italiana di calibro internazionale che al Festival regala un esibizione speciale con ospiti straordinari: Raphael Gualazzi e Arto Lindslay featuring Marc Ribot.
Ma qualche volta i grandi solisti cercano e trovano casa nel gruppo, nella band, nelle complicità sonore e umane che possono nascere nel vivere insieme anche moltissimi di musica. E’ quello che succede a Paolo Fresu, che si presenta in Villa Arconati sabato 19 luglio per festeggiare assieme al suo Quintet i trent’anni di vita di un progetto, un’idea, una piacevole abitudine diventata una parte importante, decisiva di una carriera.

Lunedì 21 luglio plana su Villa Arconati la grande e attenta sensibilità di Yann Tiersen. Noto in tutto il mondo per le musiche che hanno reso qualcosa di irresistibile ‘Il fantastico mondo di Amelie’, torna al Festival dopo otto anni per presentare un nuovo catalogo di musiche fragili e autentiche, figlie della tradizione bretone e di nuove voglie di sperimentare.

Doppio appuntamento con i suoni trasversali del tango moderno per la serata di martedì 22 luglio. Sul palco del Festival una serata firmata Plaza Francia e Richard Galliano Tangaria Quartet.
La chiusura della ventiseiesima edizione è prevista giovedì 24 luglio ed è affidata alla classe e allo stile di due artisti che hanno fatto della black music una bandiera da sventolare con onore e orgoglio: Incognito e Gregory Porter. Giunti al trentacinquesimo anno di attività, gli Incognito – sempre capitanati da Bluey – hanno da poco dato alle stampe il nuovo album ‘Amplified soul’, sedicesimo della loro luminosa carriera.

A fianco del pregiato cartellone, la puntuale e aggiornata “gallery” fotografica che documenta 25 anni di passaggi artistici leggendari, attraverso gli scatti di Angelo Redaelli, fotografo ufficiale del Festival, in questa edizione antesignana che la vede “vicina di casa” dell’imminente Expo 2015.

Per tutte le info: www.festivalarconati.it

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Potrebbe piacerti anche Altri dell'autore

Seguici!!!

Resta aggiornato seguendo la nostra pagina Facebook.

Clicca MI PIACE per non visualizzare più questo popup.