Babbo Bastardo 2: trama e recensione del sequel con Billy Bob Thornton

Torna al cinema Billy Bob Thornton con la commedia Babbo Bastardo 2, sequel del film del 2003 diretto allora daTerry Zwigoff. La regia del seguito è invece di Mark Waters e nel cast troviamo anche Tony Cox, Christina Hendricks e Kathy Bates. Di seguito trama e recensione del film.

Babbo Bastardo 2: trama

Willie Soke (Billy Bob Thornton) è pieno di whiskey a buon mercato, avidità e odio. Lo ritroviamo a lavorare ancora una volta insieme a Marcus, il suo piccolo aiutante arrabbiato, per rubare dentro a un’associazione benefica di Chicago il giorno prima di Natale. I problemi iniziano quando alla banda si unisce Sunny Soke (Kathy Bates), niente meno che la mamma di Willie. La donna autoritaria e carognissima, così riesce a stimolare le ambizioni della banda, ma abbassando lo stile del buon criminale. Willie, inoltre, viene attratto da Diane (Christina Hendricks), direttrice dell’ente di beneficienza dal cuore d’oro ma dalla libido d’acciaio.


Babbo Bastardo 2: recensione

Babbo Bastardo, per cui Billy Bob Thornton fu candidato al Golden Globe, è entrato nell'immaginario comune come un film natalizio irriverente e perfino satirico su alcuni aspetti della società moderna. Questo seguel, in cui non ci sono più alla sceneggiatura i fratelli Coen, ha perso molto di quella brillantezza e originalità, diventando in alcuni momenti piuttosto banale. Non mancano comunque le risate in alcuni momenti del film e ovviamente non si può non elogiare le interpretazioni del "burbero" e depresso Willie, ancora una volta interpretato dal premio Oscar Billy Bob Thornton, e di sua madre, una Kathy Bates (anche lei premio Oscar per Misery Non Deve Morire).

Babbo Bastardo 2: trailer

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Potrebbe piacerti anche Altri dell'autore