Home / MUSICA / Concerti / Campovolo 2015, Ligabue festeggia i 25 anni con il concerto più lungo di sempre
ligabue-campovolo-2015

Campovolo 2015, Ligabue festeggia i 25 anni con il concerto più lungo di sempre

Il sogno Rock’n’Roll compie 25 anni e Ligabue fa le cose in grande. L’aeroporto di Reggio Emilia, che lo ha visto protagonista di due mega concerti nel 2005 e nel 2011, sarà il teatro di un nuovo evento il 19 settembre.
Campovolo – La festa 2015, si chiamerà così il concerto del Liga più lungo di sempre che, contemporaneamente ai 25 anni di carriera, vuole festeggiare i 25 anni del suo primo album Ligabue, i 20 anni di Buon Compleanno Elvis e, per non farsi mancare nulla, anche lo straordinario successo del Mondovisione Tour  che lo ha visto toccare tutta l’Italia, immortalato nell’album live Giro del mondo.

Il primo assaggio di questo grande evento, Ligabue lo ha riservato ai giornalisti per una conferenza stampa che non poteva che essere al Campovolo, incrocio ideale tra le sue radici e l’apertura al mondo. Lungo la pista dell’aeroporto di Reggio Emilia, ecco apparire delle maxi gigantografie luminose dei 20 album del rocker di Correggio: da Ligabue del 1990 a Miss Mondo, passando per Radiofreccia all’ultimo live Giro del mondo. Immancabili i video e alcune foto ricordo durante il lungo percorso ma guai a chi “tocca” i social network. Silenzio. Voce e chitarra, Liguabue si sistema al centro palco per un mini unplugged acustico: intona Sogni di Rock’n’Roll dal primo album, qualche piccola incertezza nella mitica Certe notti (“L’avete sentita troppe volte fatta bene, spero abbiate apprezzato la cacofonia”) e infine C’è sempre una canzone, prestata e Luca Carboni e ripresa dal suo autore come inedito nel cofanetto appena uscito.

Questa sera vi regalo il fatto che non risponderò a domande di politica, calcio e filosofia. Solo la mia musica.

Esordisce così un Ligabue in gran forma. Stasera si parla solo di musica, il suo desiderio diviene subito realtà. Bilanci, ricordi, canzoni e concerti: sono tante le curiosità dei giornalisti per l’artista emiliano ma al centro di tutto, la grande festa del 19 settembre.

I festeggiamenti inizieranno prossimamente in televisione con due speciali Making Of – il primo curato da me mentre il secondo sarà identificato un altro regista – che racconteranno la genesi dei due album che verranno riprodotti live.

Questo è solo l’inizio ma come sarà Campovolo – La festa 2015?

Sarà il concerto più lungo di sempre- dice Ligabue – Eseguiremo integralmente il primo album e ‘Buon compleanno Elvis’, entrambi con le band che li registrarono, ovvero i ClanDestino e La Banda. E poi, il resto sono i vent’anni della mia musica

Ligabue si racconta e fa un paragone con il passato:

Ho iniziato con una incoscienza totale. Oggi ne ho meno ma ho anche meno pudori, parlo più in prima persona e mando meno avanti altri personaggi dietro i quali mi nascondevo.

Il rocker non rinnega gli scivoloni del passato:

Per me una cosa non funziona quando la canzone non arriva alla gente – dice-. Gli scivoloni più clamorosi sono stati il terzo album, quando sembrava che la mia carriera stesse per chiudersi, e “Miss Mondo”, un lavoro più scomodo dopo il successo di ‘Buon compleanno Elvis

La conclusione è uno sguardo al futuro:

Non sono nelle condizioni di programmare quello che accadrà, siamo concentrati su questo evento. Però mi sento bene e spero di andare avanti. Ho sempre la speranza che dopo ci sia un nuovo Ligabue, lo spero ogni volta. C’è una cosa che cerco sempre, al di là delle scelte sonore che possono piacere o meno, ed è l’urgenza di dire una cosa. Io scrivo tanto, e quando faccio un disco e cerco di metterci dentro le cose che ho scritto perché le volevo dire, separandole da quelle che ho scritto per riempire il pomeriggio. Io gioco a salire sul palco, e c’è gente che gioca con me. Mi sento appagato.

Il sognatore rock’n’roll definisce i suoi 25 anni avventurosi, inaspettati e appaganti e la sua intenzione è quella di far provare la massima goduria possibile, le sue canzoni cercano la gente.

Veniamo ai dettagli del grande evento che comincerà il giorno prima: dalle 15 alle 24 di venerdì 18 l’area del concerto sarà aperta al pubblico e l’esperienza si chiamerà Aspettando Campovolo. Ci sarà posto per il Liga Village, con artisti di strada e la proiezione dei film diretti da Luciano. L’area ospiterà anche il LigaStory, una sorta di museo che ripercorre con immagini e oggetti la carriera del cantante. Tanto per non farsi mancare nulla, presente anche un’Arena Mongolfiere dove il pubblico potrà godere del panorama dall’alto.
Il vero show sarà diviso in tre parti: il primo album Ligabue verrà suonato per intero con i Clandestino. Stessa cosa per Buon compleanno Elvis, dove il Liga sarà accompagnato dalla Banda. La parte finale sarà incentrata su una selezione del repertorio recente con l’attuale Gruppo.

Dalle ore 16 di giovedì 7 maggio i biglietti per Campovolo saranno acquistabili in prevendita online su Ticketone, mentre alle ore 16 di giovedì 14 maggio avranno inizio le prevendite nei punti vendita e prevendite abituali.
Il costo unico del biglietto è di 50 euro ma attenzione, c’è un bel regalo per i fans perché con l’acquisto del biglietto si potrà ricevere lo Special Box Campovolo 2015 con dvd, videoclip, live e un codice per accedere al backstage virtuale del concerto.


NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!


Guarda anche

Zucchero concerti arena verona 2017 biglietti

Zucchero: cinque nuovi concerti all’Arena di Verona in maggio 2017 – biglietti

Zucchero torna live in Italia nel 2017 con 5 nuovi concerti all’Arena di Verona in maggio. Scopri date e biglietti. Uscito anche il cofanetto edizione speciale.

error: Content is protected !!