Musica, Cinema, TV e Spettacolo

Cesare Cremonini, il bis di Bologna, tra ricordi e ‘La Teoria dei Colori’

Mai come questa volta viene naturale affermare che i concerti migliori si vedono a casa dell’artista. Così parlare del secondo show bolognese di Cesare Cremonini diventa quasi uno scontato e melenso esercizio di stile.
In un PalaDozza pieno all’inverosimile, venerdì 16 novembre è stata una festa bellissima. Cesare è salito sul palco verso le 21.30, per agevolare l’afflusso della gente, attardata dal caotico traffico della città, invasa anche dai fan dei Muse, che si esibivano a Casalecchio.
Le sue prime parole sono state eloquenti:

«Cosa ci faccio su questo palco, quando potete incontrarmi tutti i giorni sotto i portici di via Indipendenza? Dopo aver girato tutta Italia in meno di un mese, è iniziato un tour nel tour, che rimane fermo qui con voi. Bologna ti amo!».

Parole che non hanno fatto altro che rendere bollente un clima già torrido. La risposta della gente è stata chiara: se era così compatta ai piedi del palco era solo perché voleva sentire Cremonini cantare, affrontare quel lungo repertorio che va dai tempi dei Luna Pop, fino all’ultimo album, ‘La teoria dei Colori‘.
Proprio con un brano tratto dalla sua ultima fatica discografica, ‘Camilla‘, ha preso il via una cavalcata lunghissima., fatta di 25 brani. Il cantautore non si è risparmiato, cantando, ballando e strizzando l’occhio ai suoi fan in visibilio. Bellissimo, poi il momento in cui, abbandonato il palco, si è trasferito in mezzo al parterre, dove era pronto un pianoforte a coda, con cui l’artista ha regalato una cinquina di brani in acustico davvero pregevoli.
Una piccola pausa, prima di scatenarsi nuovamente con la sua band e percorrere l’ultima parte della scaletta, in cui c’era anche 50 special: una sorta di lasciapassare verso il delirio collettivo.
Un particolare ringraziamento va a Cremonini e al suo management, per aver concesso un lungo arco di tempo per poter “immortalare” il concerto. Grazie anche a Live Nation e Studio’s per l’organizzazione e l’invito.

La scaletta. Camilla, Il comico, Stupido a chi?, Dicono di me, Amami quando è il momento, Le tue parole fanno male, PadreMadre, Latin Lover, L’Uomo che viaggia tra le sStelle, Non ti amo più, Figlio di un re, Due stelle nel cielo, Vieni a vedere perché, Vrrei, nente di più, Mondo, Una come te, La nuova stella di Broadway, 50 Special, Marmellata#25, II pagliaccio, Le 6ei e ventisei, I love you, Hello!, Un giorno migliore.

Immagini e Testo in gentile concessione di Vincenzo Nicolello

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Seguici!!!

Resta aggiornato seguendo la nostra pagina Facebook.

Clicca MI PIACE per non visualizzare più questo popup.