Musica, Cinema, TV e Spettacolo

Emma Marrone su Vanity Fair: ‘Amavo una persona che non esiste’

E’ disponibile da ieri in tutte le edicole, il nuovo numero di ‘Vanity Fair’ che per questa settimana dedica la sua copertina ad una bellissima Emma Marrone che per la prima volta, ha parlato della fine della relazione con il fidanzato storico Stefano De Martino.
Nelle scorse settimane se ne sono dette di tutti i colori su lui, lei e l’altra – la prezzemolina Belen Rodriguez, più volte fischiata sul palco di ‘Amici’.
Ma Emma non ci sta, dice la sua, senza lasciarsi andare in pettegolezzi di bassa lega o falsi vittimismi.
Emma ora si dice serena e pronta a parlare degli avvenimenti che in ogni caso hanno sconvolto la sua vita privata, in primis di lui, il ballerino Stefano, con cui intratteneva una relazione da diverso tempo e con il quale pensava addirittura di sposarsi:

“Era tutto nella mia testa: mi sono innamorata di un’idea che mi ero costruita da sola. Lui non c’entra, lui non è niente, poveretto. Ha fatto una cosa che farebbero milioni di persone, è come gli altri milioni, uguale. Non c’entra nemmeno lei, figuriamoci. È simpatica, è bella, fa i balletti, sta senza mutande: fa bene, è il suo lavoro. Non m’interessa per niente sapere se è tutto orchestrato o se è vero, spero che sia vero ma chissenefrega.”

Dimostrando grande maturità, Emma riflette su se stessa e sugli sbagli compiuti:

“Il problema sono io. Ero io. Mi ero fatta un film. Io ho sempre fatto tutto da sola. Anche gli errori. Com’è che mi sono messa a disposizione di uno così, consegnata mani e piedi? Io che dicevo, dopo il tumore, alle ragazze: il problema nella vita non è un fidanzato stronzo, il problema è vivere, farcela, tenere la testa alta, resistere, andare avanti… Avevo in mente l’idea di una persona che non esiste. Si vede che dovevo passare anche da lì, diventare grande… È stato doloroso, questo mese e mezzo, ma utile. Ho passato dei momenti tremendi. Quelli in cui torni a casa la sera e dici: e ora? Ora per chi stiro, per chi cucino? Ma come è stato possibile, ma sarà stata colpa mia? Cos’è che non ho fatto bene, cosa mi manca? Ero troppo, troppo poco? E poi pensi ma non ha capito niente di me, ma non ho capito niente di lui. Poi un giorno, all’improvviso, è tutto chiaro.”

Un servizio che vale la pena di leggere,  per fare chiarezza in questa storia un po’ troppo chiacchierata, schiaffata sui giornali ogni santo giorno, per cui sono state fatte molte illazioni, spesso non vere.
Emma è brava, lo sapevamo, ma è anche molto bella ed in questo articolo mostra anche un inedito lato sensuale di se.

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Seguici!!!

Resta aggiornato seguendo la nostra pagina Facebook.

Clicca MI PIACE per non visualizzare più questo popup.