Enrico Ruggeri a Sanremo 2016 con Il Primo Amore Non Si Scorda Mai – testo

Il Primo Amore Non Si Scorda Mai è la canzone con cui Enrico Ruggeri si presenterà per la decima volta in gara al Festival di Sanremo.

La sua prima partecipazione alla kermesse sanremese risale al 1980 quando si presentò con la band i Decibel e il brano Contessa, poi ha vinto nel 1986 il Premio della Critica per la canzone Rien ne va plus. L’anno seguente ha vinto in trio con Gianni Morandi e Umberto Tozzi con la canzone Si può dare di più, diventata inno nella Nazionale Cantanti. Ha vinto anche nel 1993 con il brano Mistero. L’ultima volta che Enrico Ruggeri ha calcato il palco di Sanremo è stato nel 2010 con la canzone La Notte Delle Fate. La canzone presentata quest’anno è opera, musica e testo, del cantautore ed è prodotta ed arrangiata da Marco Barusso:

È un brano che rappresenta una sfida sonora, perché è un pezzo che credo abbia dei suoni diversi da quelli che si sentono in giro, e questo è stato uno degli scopi principali di tutta la mia vita da musicista

Il nuovo album di Enrico Ruggeri intitolato Un viaggio incredibile è in uscita il 12 febbraio (come per i nuovi dischi di molti cantanti in gara a Sanremo). È un doppio CD prodotto anche in vinile che conterrà la canzone presentata al Festival e altri 9 inediti e alcune canzoni tra quelle più famose dell’artista milanese.

Enrico Ruggeri – Il Primo Amore Non Si Scorda Mai testo

Il primo amore non si scorda mai
Siamo il prodotto di gioia e dolore
Di segni che lascia la vita
Figli di sogni segreti perduti nel vento
Innamorati di giorni d’amore
Magari nemmeno vissuti
Nella memoria trasfigurati al sole
Come noi
Corre forte il tempo e ogni sentimento
È nato da quello che è stato
È già diventato una spina
Tutto come prima ma su nuove sponde
Si nuota passando le onde
E niente sappiamo di noi ma non dimentico
Non ti dimentico
Il primo amore non si scorda mai
Siamo il prodotto di antiche passioni
Che ci hanno svelato la vita
Figli di spine segrete perdute nel vento
Innamorati di certi sapori
Magari nemmeno vissuti
Nella memoria trasfigurati al sole
Come noi
Siamo il prodotto di gioia e dolore
Di segni che lascia la vita
Figli di sogni segreti perduti nel vento
Innamorati di giorni d’amore
Magari nemmeno vissuti
Nella memoria trasfigurati al sole
Come noi
Ma il primo amore non si scorda mai

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Potrebbe piacerti anche Altri dell'autore