Musica, Cinema, TV e Spettacolo

Francesco De Gregori: incanta Milano, il racconto del concerto

La sovrapposizione musicale è inedita ed emotivamente d’impatto: il primo tempo dedicato alle rivisitazioni in lingua italiana delle opere di Bob Dylan e un secondo nel quale si sfogliano uno ad uno i capolavori musicali del maestro Francesco De Gregori. Da un lato, la sperimentazione di una traduzione importante, quasi un atto di devozione nei confronti del compositore statunitense e dall’altra, la storia di una carriera in continua ascesa con una forte impronta contemporanea. Il concerto del Principe è un’inedita alternanza tra “amore” e “furto”: si è già parlato dell’attrazione professionale che De Gregori ha per il cantautore statunitense ma è ben altra cosa assaporare questa immensa opera di traduzione dal vivo. Il corrispondente live del disco è Amore E Furto Tour 2016. Per la tappa milanese, la location scelta è l’Alcatraz: forse dispersiva ma canzone dopo canzone, il cantautore riesce ad avvolgere il locale con un’atmosfera surreale, magica.

L’emozione è palpabile, e tra il pubblico si nascondono tre generazioni: dai fan di vecchia data alle coppie di trentenni, amici e fidanzati, fino a quella madre che spiega ai figli adolescenti la storia di ogni brano, contestualizzata al periodo di pubblicazione. Si percepiscono le emozioni con un rigoroso silenzio, l’attenzione alla voce del cantautore è altissima. Parliamo del palco, perché sono due gli elementi di forte attrazione: le luci che riescono quasi a dipingere le canzoni, creando l’atmosfera da club con una cornice scenografica semplice ma soddisfacente. Il secondo è la band, con cui De Gregori comunica in maniera silenziosa; sono composti ed efficaci. I componenti sono: Guido Guglielminetti (basso e contrabbasso), Paolo Giovenchi (chitarre), Lucio Bardi (chitarre), Alessandro Valle (pedal steel guitar e mandolino), Alessandro Arianti (hammond e piano), Stefano Parenti (batteria), Elena Cirillo (violino e cori), Giorgio Tebaldi (trombone), Giancarlo Romani (tromba) e Stefano Ribeca (sax).

francesco de gregori

Francesco De Gregori: in radio il nuovo singolo e prime date estive – biglietti

Sarà in radio dal 25 marzo 2016 Come Il giorno, nuovo singolo di Francesco De Gregori, che ha annunciato le prime date estive del tour. Scopri info e biglietti.

0 comments

Quasi come un film musicale, il concerto si divide in due blocchi: nel primo, c’è l’esecuzione delle traduzioni dylaniane ovvero Un angioletto come te, Mondo Politico, Via della Povertà e Come il Giorno. “Benvenuti al concerto, scusate se leggo ma le canzoni non sono propriamente mie” confessa De Gregori dopo le prime note di Amore e Furto. Tra i brani, molto intenso assolo di chitarra in Servire Qualcuno.

Dopo una breve pausa, è il momento di un corposo blocco, ovvero quello dell’incredibile repertorio di De Gregori: spende poche parole tra un brano e l’altro perché la musica ha un peso più importanti nei suoi live, la sequenza di capolavori musicali è emozionante. Si comincia da A Pà, e poi Buonanotte Fiorellino, Generale, Santa Lucia, Battere e Levare, Pezzi di Vetro. Accontentati i fan nostalgici che cantano Pablo, Rimmel, e Adelante Adelante!.

Al termine di un bis richiesto, De Gregori canta Passo D’Uomo, La Donna Cannone e Fiorelino #12&35, concludendo con una frase sincera: “Grazie a tutti, grazie soprattutto per l’attenzione che avete per la mia musica”.

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Seguici!!!

Resta aggiornato seguendo la nostra pagina Facebook.

Clicca MI PIACE per non visualizzare più questo popup.