Gianluca Petrella trascina il pubblico di Villa Ricotti la Valera

Gianluca Petrella, classe 1975, è considerato fra i più dotati trombonisti jazz internazionali del momento, avendo vinto nel 2006 e nel 2007 la classifica per i migliori artisti emergenti del jazz mondiale stilata dal giornale statunitense Down Beat.

Ieri sera Gianluca sul palco del Ritmo delle Città con Giovanni Guidi, classe 1985, ha fornito al numeroso pubblico presente un saggio del miglior jazz italiano.
Entrambi provengono da durature collaborazioni nei progetti di Enrico Rava e ancora assieme nella Cosmic Band di cui Petrella è il direttore. Entrambi anche se giovanissimi hanno collezionato una quantità di collaborazioni di altissimo livello impossibili da elencare qui di seguito, basti citare le parole di Rava:

“…Quando intuisco le doti di un giovane, lo coopto subito. Ma non è altruismo, mi diverto molto a suonarci. Vivendo in divenire ho bisogno di essere sorpreso e Giovanni Guidi è come Stefano Bollani e Gianluca Petrella: mi stupisce ogni volta.”
Enrico Rava

Osservando e ascoltando questi musicisti si percepisce chiaramente il senso della frase di Rava, la musica diventa anche libera espressione del corpo e passa a chi ascolta attraverso un canale diretto, la percezione di una vibrazione forte, vera e vitale che emoziona.
Il concerto, (spostato all’interno della villa per il meteo incerto) è terminato con un insolito bis, Gianluca come fosse il pifferaio magico , ha trascinato tutto il pubblico dietro di se attraverso due cortili interni fino al palco che avrebbe dovuto ospitarli stasera, e mentre Giovanni Guidi teneva il tempo percuotendo una sordina Gianluca Petrella dava fondo alle energie per concludere un ultimo pezzo mentre tutti indistintamente, battevano il tempo.

 

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Potrebbe piacerti anche Altri dell'autore

Seguici!!!

Resta aggiornato seguendo la nostra pagina Facebook.

Clicca MI PIACE per non visualizzare più questo popup.