Gli ex-Lostprophets tornano con un nuovo singolo sotto il nome No Devotion

No Devotion

Dopo la triste e tragica storia che ha coinvolto il frontman dei Lostphrophets, Ian Watkins, condannato a 35 anni di carcere nel Dicembre 2013 per pedofilia, gli ex membri della band sembrano intenzionati a lasciarsi tutto alle spalle e ripartire da zero.

Quando le vicende del cantante balzarono agli onori delle cronache, i restanti membri annunciarono che i Lostprophets non esistevano più e che lo scioglimento era avvenuto “con disonore”. Ma i musicisti certo non si sono lasciati perdere d’animo ed hanno rifondato una nuova band, sotto il nome di No Devotion, che pubblica oggi il nuovo singolo.
Dei No Devotion fanno parte i chitarristi Mike Lewis e Luke Gaze, il bassista Stuart Richardson, il batterista Luke Johnson ed il tastierista Jamie Oliver. A completare la formazione il cantante Geoff Rickly, preso in prestito dalla metal band dei Thursday.

Il singolo del debutto per i No Devotion è ‘Stay‘:

Dopo questa prima pubblicazione, la band partirà per un tour in Gran Bretagna. Parlando di questa decisione di ricominciare da capo, il bassista Stuart Richardson ha dichiarato:

“Non sapevamo cosa altro fare: solo scrivere musica. Non ho idea se qualcuno voglia realmente ascoltarla. Ma avevo bisogno di occuparmi la mente con qualcosa. Ne avevamo tutti bisogno”.

Rickly, il nuovo cantante, ha ammesso di non aver mai ascoltato i Lostprophets, ma che con loro si è creato un rapporto di stima reciproca a livello personale.

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Potrebbe piacerti anche Altri dell'autore

Seguici!!!

Resta aggiornato seguendo la nostra pagina Facebook.

Clicca MI PIACE per non visualizzare più questo popup.