‘Happy Mistake Tour’ suona la data 0 al Teatro San Domenico di Crema

Raphael Gualazzi, impreziosisce con il suo inconfondibile sound la bellissima cornice del Teatro San Domenico di Crema, oramai abituate tappa per la data 0 di importanti artisti.

Ad accoglierlo il folto pubblico di una Crema che in questi giorni ha sentito spesso echeggiare, tra le vie limitrofe al Teatro, le note del pianoforte su cui Raphael stava preparando questa sua data 0 dell’ ‘Happy Mistake Tour’ (una produzione di Massimo Levantini per Live Nation).
Domani (28 marzo) sarà a Parigi per una tappa al Cafè de La Dance per poi calcare tra aprile e maggio i palchi dei principali teatri d’Italia presentando i brani dell’ultimo disco di inediti ‘Happy Mistake‘ (edito da Sugar).

Raphael Gualazzi accompagnato sul palco da 9 musicisti (tra cui 3 coriste), ha miscelato suoni Jazz, blues, swing e soul con gradevolissime incursioni nel rock e nel country.
Il 31 enne Gualazzi ha iniziato a far sentire il suo nome nel 2008 quando la sua reinterpretazione di ‘Georgia on my mind’ entra a far parte della compilation ‘Piano Jazz’ accanto a nomi come Diana Krall, Nora Jones, Duke Ellington e Ray Charles. Nel settembre del 2009 poi incontra Caterina Caselli e firma con Sugar un contratto discografico. L’occasione per farsi conoscere subito dal grande pubblico è offerta dall’interpretazione della cover di ‘Don’t stop’, il successo degli anni ’70 dei Fleetwood Mac, che viene scelta come colonna sonora dello spot televisivo di Eni. Con la pubblicazione del primo EP digitale ‘Raphael Gualazzi’ (2010) conquista i primi posti della classifica di iTunes e così il nome di Gualazzi comincia a farsi strada anche all’estero soprattutto grazie al brano ‘Reality and Fantasy’. Il successo oltralpe lo porta ad esibirsi nello stesso anno al Louvre per debuttare poi al Sunside Club di Parigi, il tempio francese della musica jazz.

Ma arriviamo al 2011 che è l’anno della sua trionfale partecipazione al Festival di Sanremo con il brano ‘Follia d’amore’, dove vince diversi premi, aggiudicandosi oltre al primo posto della categoria Giovani, il Premio della Critica Mia Martini, il premio della Sala Stampa Radio e Tv, il Premio Assomusica per la migliore esibizione live e il Premio Siae come miglior compositore dell’anno. Il brano, scritto, prodotto e arrangiato dallo stesso Gualazzi è contenuto in ‘Reality and Fantasy’, il suo omonimo album d’esordio che esce il 16 febbraio. Nello stesso periodo la versione inglese del brano ‘Follia d’amore’ viene inserita nella colonna sonora di ‘Manuale d’amore 3’, il film diretto Giovanni Veronesi e interpretato, tra gli altri, da Robert De Niro e Monica Bellucci.
Da questo breve richiamo biografico artistico si può ben comprendere il motivo del successo che anche ieri sera ha riscosso Raphael Gualazzi a Crema. Sono sincero non lo conoscevo particolarmente prediligendo altre correnti musicali ed artisti di taglio decisamente più Rock/Blues ed elettronico/pop, ma delle volte amo sperimentare il mio orecchio musicale all’ascolto anche di Jazz e Soul, così da cogliere attraverso qualche immagine gli attimi di queste sonorità per comprenderne meglio cultura e radici.
E’ stato sicuramente uno spettacolo elegante e di raffinata qualità musicale, che ora vi presento attraverso una selezione di scatti della serata
Organizzazione Live Nation e Teatro San Domenico di Crema, che ringraziamo per il graditissimo invito.

Leggi l’intervista a Gualazzi

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Potrebbe piacerti anche Altri dell'autore

Seguici!!!

Resta aggiornato seguendo la nostra pagina Facebook.

Clicca MI PIACE per non visualizzare più questo popup.