I Dropkick Murphys portano il celtic punk all’Alcatraz

La band di Boston ha presentato ai tantissimi fan italiani il suo lavoro ‘Signed and Sealed in Blood‘, uscito a Gennaio 2013. La loro musica ha influenze di gruppi come Stiff Little Fingers, The Pogues, AC/DC e The Clash.

I Dropkick Murphys non hanno mai fatto musica politicamente schierata (anche se tratta di argomenti sociali). In alcune interviste hanno dichiarato di non simpatizzare per estremismi in genere, tanto meno per le politiche internazionali del governo di George W Bush. Lo stesso gruppo ha, tra l’altro, partecipato alla compilation Rock Against Bush Vol 2 proprio contro il Presidente degli Stati Uniti George W Bush.
I Dropkick Murphys sono anche noti per il loro appoggio alle cause della classe operaia e dei sindacati e hanno un forte legame con il sindacato.
Il 22 febbraio 2011, in sostegno alla lotta dei lavoratori del Wisconsin, la band ha pubblicato sul sito web la canzone ‘Take ‘Em Down’ tratta dall’album ‘Going Out in Style’ e ha creato una t-shirt in edizione limitata i cui proventi sono andati al Workers’ Rights Emergency Response Fund.
Insomma, testi sociali e impegnati ma miscelati in un particolarissimo sound adrenalinico e accattivante che ha sicuramente elettrizzato il numerosissimo pubblico dell’Alcatraz. Nota dolente se pur sicuramente voluta, le luci sul palco che hanno dato sicuramente a desiderare.

Di seguito le foto della serata, in gentile concessione di Stefanino Benni

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Potrebbe piacerti anche Altri dell'autore

Seguici!!!

Resta aggiornato seguendo la nostra pagina Facebook.

Clicca MI PIACE per non visualizzare più questo popup.