Il beat dei Prodigy fa saltare il Lucca Summer Festival

La D’Alessandro e Galli, organizzatrice del Lucca Summer Festival, segna un’altro trionfo sul celebre palco toscano con i Prodigy, il gruppo big beat britannico conosciuto soprattutto per le sue hit anni ’90 ‘Smack My Bitch Up‘ e ‘Firestarter’.

Cinquemila gli spettatori paganti ieri sera, che non si sono certo fatti intimorire dal meteo avverso che da giorni affligge la penisola. La band si presenta, inaspettatamente, puntuale su un palco dominato da due alquanto inquietanti maschere che hanno accompagnato lo show fatto di luci e battiti. Piazza Napoleone ieri sera si è trasformata in una grande discoteca, ed i Prodigy erano i mattatori della serata: hanno saputo coinvolgere e, soprattutto, far saltare e ballare tutta la folla accorsa. Keith Flynn, che non ha abbandonato il suo look con la cresta, e Maxim Reality, leader indiscusso della band che ne ha fatto da trascinatore, per tutta l’ora e mezza di durata dello show hanno cantato, saltato e urlato insieme al loro pubblico.
In scaletta la band inglese ha presentato un intelligente mix di tutte le sue hit, che spaziano dalle produzioni degli anni ’90, sino all’ultima pubblicazione del 2009 ‘Invaders Must Die‘.
Uno spettacolo curato in ogni minimo dettaglio: le mosse di Reality e perfino le espressioni, amalgamate con il gioco di luci ed ovviamente la musica hanno dato vita ad vero “horror” show, che ha saputo reggere fino all’ultimo, quando la band ha chiuso con ‘Their Law’, mentre la folla incitava il trio per altre ancora.

Vi lasciamo ad alcuni scatti in gentile concessione di Giacomo Checcucci:

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Potrebbe piacerti anche Altri dell'autore

Seguici!!!

Resta aggiornato seguendo la nostra pagina Facebook.

Clicca MI PIACE per non visualizzare più questo popup.