Il Maestro Ennio Morricone ammalia Torino

Torino – 08.11.2012

10 come il titolo del suo tour, 84 come i suoi anni portati in modo splendido, 25 come i brani presentati sul palco del Palaolimpico di Torino, 3 come i bis che il maestro ha regalato al pubblico, 53 come il numero dei membri del Coro sinfonico di Verona, 50 come il numero dei maestri dell’Orchestra sinfonica nazionale della Rai.
Questi sono soltanto alcuni dei numeri del grandissimo concerto che il maestro Ennio Morricone ha offerto lo scorso 8 novembre a Torino. L’impianto gremito ha accolto con grande calore quello che può essere considerato uno dei maggiori musicisti del XX secolo.
Poco importa se la sua musica è stata un complemento ai grandi capolavori della cinematografia: è stato sufficiente scorporarla dalla celluloide e darla in “pasto” all’Orchestra sinfonica della Rai e al Coro sinfonico dell’Arena di Verona, per capire quale sia lo spessore dei brani realizzati. Parliamo di vere e proprie opere, piccole sinfonie che nulla hanno da invidiare ai compositori più acclamati.
Sul palco Morricone ha messo moltissima energia, quasi a voler negare ciò che la sua carta di identità dice. Così il suo spettacolo è durato quasi due ore e mezza, con pochissime pause, giusto per asciugare il sudore e dare un momento di relax ai membri dell’Ensemble che stava dirigendo.
Nella scaletta tutto il meglio del suo repertorio da Gli intoccabili, a C’era una volta il west, fino ad arrivare a Mission e C’era una volta in America. Un’alternarsi di momenti intimistici ad altri di musica trionfale quasi a voler creare un’atmosfera altalenante di pathos e rilassatezza, un po’ come avviene nelle pellicole di cui Morricone ha composto la colonna sonora.
Da segnalare, a complemento di una serata memorabile, le incursioni del soprano Susanna Rigacci, voce potente ed indispensabile per alcune delle suite più celebri del maestro: C’era una volta il west e Estasi dell’Oro.
Il programma di sala:
In prima esecuzione suite Gli Intoccabili; Ostinato Ricercare per un’Immagine; Vittime di Guerra; Abolisson (dal film Queimada).
MODERNITA’ DEL MITO NEL CINEMA DI SERGIO LEONE: Il Buono, il Brutto, il Cattivo; C’era una Volta il West; Giù la Testa; L’Estasi dell’Oro; Canone Inverso.
FOGLI SPARSI: H2S; Il Clan dei Siciliani; Metti una sera a Cena; Uno che Grida Amore (dal film Metti una Sera a Cena); Come Maddalena;
LA VITA E LA LEGGENDA: Tema di Deborah; Poverty; (dal film C’era una Volta in America); C’era una Volta in America; La Leggenda del pianista sull’Oceano; Gabriel’s Oboe; Falls; On Earth as it is in Heaven (dal film Mission).
Encore: Here’s To You ;
Encore 2:L’Estasi dell’Oro;
Encore 3: On Earth as it in Heaven

Organizzazione Evento: Bananas
Location e Logistica – Palaolimpico – Setup Torino
Ufficio Stampa: Marco Guerini Comunicazione.

Immagini e Testo in gentile concessione di Vincenzo Nicolello

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Potrebbe piacerti anche Altri dell'autore

Seguici!!!

Resta aggiornato seguendo la nostra pagina Facebook.

Clicca MI PIACE per non visualizzare più questo popup.