Il Palaolimpico in delirio per l’Inno di Gianna Nannini

TORINO – Lo scorso 30 aprile, Il Palaolimpico ha offerto il consueto colpo d’occhio mozzafiato, in occasione della data torinese dell’Inno Tour di Gianna Nannini.

La rocker senese è tornata sotto la Mole a circa due anni di distanza dall’ultima esibizione. In questo lasso di tempo c’è stato lo spazio per partorire la figlioletta Penelope e per realizzare il nuovo album ‘Inno’.
Proprio quest’ultimo è stato la parte portante del concerto, che ha regalato una Nannini un po’ più melodica e meno graffiante.
La produzione del nuovo tour è decisamente imponente. Il palco misura oltre 400 metri quadri ed è sovrastato da quattro grandi archi e due grandi schermi laterali. Le luci sono a dir poco fantasmagoriche, in pieno stile Hollywoodiano. Anche la band che accompagna la cantante è di assoluto rilievo. Mylious Johnson alla batteria, Davide Ferrario, Alex Klier al basso, Davide Tagliapietra e Milton McDonald alle chitarre regalano suoni pieni e potenti.

Tra le curiosità dello spettacolo ricordiamo sicuramente l’ingresso della Nannini, che sbuca da una piattaforma elevatrice nascosta sotto il palco. Frequenti i cambi d’abito e proprio in questo ambito dobbiamo ricordare la trovata della telecamera che segue la svestizione e la vestizione, proiettando le immagini sui megaschermi e raccogliendo le ovazioni sognanti da parte delle caldissime fan.
La parte intermedia dello show, offre anche un momento acustico, nel corso del quale viene eseguita Profumo accompagnata dalla sola batteria (trovata in qualche modo sorprendente e forse non compresa appieno dal pubblico). Il bis, infine, porta la Nannini su una piattaforma situata nei pressi del mixer. In un abito bianco quasi abbagliante esegue Inno, prima di ritornare tra due ali di folla sul palco principale per il commiato.

Nel ringraziare l’organizzazione Live Nation e Setup Live per il cortese invito, pubblichiamo la scaletta della serata: Chorale, Baciami qui, Scegli me, Hey bionda, La fine del mondo, Ogni tanto, Nostrastoria, In The Rain, Ninna nein, Dimmelo chi sei, Radio Baccano, Sex Drugs And Beneficenza, Latin lover, Profumo, Meravigliosa creatura, You’ve Got a Friend (cover Carole King), Un giorno disumano, Bello e impossibile, Lasciami stare, I maschi – Fotoromanza, Io, Sei nell’anima. Bis: Indimenticabile, America, Un’estate italiana (musicale). Bis2: Inno, Tornerai (canzone in sottofondo).

Immagini in gentile concessione di Vincenzo Nicolello

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Potrebbe piacerti anche Altri dell'autore

Seguici!!!

Resta aggiornato seguendo la nostra pagina Facebook.

Clicca MI PIACE per non visualizzare più questo popup.