Il Segreto: trama e recensione del film con Vanessa Redgrave

Una drammatica storia vera tra follia e amore narrata dalle immagini del regista Jim Sheridan

Il Segreto, film del 2016 diretto da Jim Sheridan, è nei cinema italiani da giovedì 6 aprile 2017. La pellicola è un adattamento cinematografico de Il segreto di Sebastian Barry e vede Vanessa Redgrave interpretare Rose McNulty, una donna imprigionata per quarant’anni in un reparto psichiatrico, perché accusata di aver ucciso il proprio figlio. Nel cast anche Rooney Mara, Jack Reynor, Theo James, Eric Bana, Susan Lynch. Di seguito trama, recensione e trailer.

Il Segreto: trama

L’ospedale psichiatrico deve essere chiuso per lasciare spazio ad un grande complesso turistico. Ma una paziente non se ne vuole andare, sono oltre 40 anni che è rinchiusa tra quelle mura.. Rose è giovane e di una bellezza che lascia senza fiato, ma ora sta nuotando a grandi bracciate nel mare; nuota per sfuggire al suo destino, ma annaspa e poi si aggrappa a un legno e raggiunge una grotta.  È in travaglio e al buio di quell’anfratto dà alla luce il suo bambino. Poi prende una pietra…Intanto in una barca a remi sta arrivando a soccorrerla un prete, padre Gaunt. Per Rose però la salvezza significa solo tornare in quel manicomio da cui aveva tentato di fuggire. Lì le fanno credere che il suo bambino è morto e che lei lo ha ammazzato a sassate. Ma non è vero il bambino è vivo ed è stato dato in adozione. Rose ricorda di avere veramente afferrato una pietra, ma solo per tagliare il cordone ombelicale della sua creatura. Le fanno credere che sia pazza, ma la sua vera colpa è solo quella di essere di una bellezza folgorante: gli uomini si sentono attratti da Rose, compreso padre Gaunt che ne è segretamente innamorato. Ma Rose ha amato veramente anche se solo per pochi giorni. Ha incontrato Jack quando con il suo aereo si era schiantato davanti ai suoi occhi e lo ha accudito per giorni che sono diventati giorni di passione travolgente e senza limiti, ma destinata a finire. Jack infatti si è arruolato nella Royal Air Force e questo per i repubblicani irlandesi è un grave tradimento. Jack viene giustiziato con un colpo in testa, mentre Rose viene chiusa in quel manicomio da cui non riuscirà più a fuggire.

Quando l’ospedale sta per essere demolito per far spazio a un resort, la donna rifiuta di andarsene e viene visitata da un giovane stimato psichiatra incaricato di fare una nuova valutazione del suo stato mentale. A lui la donna racconterà la sua storia tentando di spiegare che non solo non ha ucciso il suo bambino, ma che il figlio è ancora vivo. È l’ultimo ricordo lucido prima dell’elettroshock.

Il Segreto: recensione

Sembra uno psyco-thriller ed invece è una storia vera raccontata in un film di straordinaria bellezza. Jim Sheridan (Il mio piede sinistro e Nel nome del padre) si conferma come abile narratore attraverso le immagini. Di superba maestria è l’interpretazione di Vanessa Redgrave, che veste i panni di Rose ormai vecchia; ma è buona l’interpretazione anche di Rooney Mara e degli altri attori del cast. Il film però non riesce ad essere profondo come il libro da cui è tratto e che evoca temi molto alti, come la maternità, la Fede, il coraggio, l’ignoranza. La sceneggiatura del film non riesce a rendere la pienezza del racconto scritto e non viene per nulla approfondito il tema dell’Irlanda degli anni ’20 prigioniera di una cultura ristretta e cieca di fronte a tragedie come quelle di Roseanne. Il film comunque merita assolutamente una visione.

Volevo raccontare una sorta di vendetta al femminile in un mondo oppressivo di uomini – ha detto Sheridan – La versione irlandese è stata quella moralmente più estrema mai esistita nella religione cattolica, ed ero così stanco di tutti questi film sulle povere ragazze finite nella Magdalen Society che girare Il segreto è stato come reagire a tutto ciò e provare a cambiare la storia.

Il Segreto: trailer

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Potrebbe piacerti anche Altri dell'autore

Seguici!!!

Resta aggiornato seguendo la nostra pagina Facebook.

Clicca MI PIACE per non visualizzare più questo popup.