Il Viaggio di Fanny, una fuga dall’antisemitismo: trama e recensione

Il Viaggio di Fanny esce al cinema martedì 24 gennaio 2017. Il film è diretto da Lola Doillon e racconta la vicenda reale di Fanny Ben-Ami narrata nel suo romanzo autobiografico. Nel cast troviamo Léonie Souchaud, Fantine Harduin, Juliane Lepoureau, Ryan Brodie, Anaïs Meiringer. Di seguito trama e recensione. Ricordiamo che è possibile organizzare una proiezione scolastica del film contattando il numero verde 800050662 o scrivendo a scuole@lukyred.it

Il Viaggio di Fanny: trama

Durante la seconda Guerra Mondiale, per salvare i propri bambini dalle persecuzioni del regime nazista, i genitori sono costretti affidare i figli a piccole organizzazioni clandestine che li curano e li tengono nascosti. Fanny è una di questi bambini: è una ragazzina ebrea di 13 anni che nel 1943, durante l’occupazione della Francia da parte dei tedeschi, viene mandata insieme alle sorelline in una colonia in montagna. Con lei ci sono altri ragazzini ebrei e tutti sembrano al sicuro nei monti. Ma quando i rastrellamenti nazisti si intensificano e inaspriscono, Fanny dovrà scappare dal proprio rifugio assieme a un folto gruppo di bambini nel tentativo di raggiungere il confine svizzero per salvarsi.


Il Viaggio di Fanny: recensione

Fanny Ben-Ami oggi ha 86 anni e vive a Tel Aviv. Nella sua città è avvento l'incontro con la regista Lola Doillon e da lì è nata l’idea di portare sul grande schermo il racconto che la donna aveva scritto nella sua autobiografia. Un viaggio emozionante sull'amicizia e la libertà raccontato attraverso gli occhi dei bambini che consentirà ai giovani spettatori di comprendere più a fondo il dramma della guerra e della persecuzione razziale. La stessa Fanny ha dichiarato:

Desidero che il mio messaggio venga compreso, affinché alcune cose non si ripetano. Viviamo in un'epoca molto fragile, da ogni parte si levano voci che ricordano moltissimo quelle che si sentivano allora. Questo è molto pericoloso, anche per coloro che non sono ebrei. Perché dopo gli ebrei, andranno in cerca di altri bersagli.

Fanny è interpretata dalla giovanissima Léonie Souchaud che riesce ad essere molto coinvolgente trasmettendo l’ansia e la paura di dover diventare subito grande per sopravvivere e portare alla salvezza gli altri bambini. Un altro personaggio di rilievo è la direttrice della colonia Madam Forman, interpretata da Cécile De France. La sua figura è ispirata a donne reali: Nicole Weil (morirà ad Auschwitz, dopo essere stata lì deportata con un gruppo di bambini), Salon e Lotte Schwarz, entrambe impegnate nella protezione dei bambini durante la guerra.

Il Viaggio di Fanny: trailer

https://youtu.be/oG0kDnTD8u0

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Potrebbe piacerti anche Altri dell'autore