Intervista ai Taurina Bros: ‘Vi accompagnamo nel nostro Viaggio Famelico’

I Taurina Bros nascono dall’incontro tra il duo hip hop Fratelli Taurina, formato dagli amici d’infanzia Darius (all’anagrafe Dario Genovesi) e Scanderbraus (vero nome Lorenzo Maggiani) e la voce della band elettronica dei Metzcal, Matteo Ratti. Il trio è attivo sulla scena musicale da diverso tempo, ma la svolta artistica è arrivata lo scorso anno, quando incidono ‘Ogni Cosa Brucia’, da cui scaturisce la scintilla che ha dato vita al disco di debutto ‘Viaggio Famelico’, uscito a giugno 2013. Il successo catalizzato dal disco ha portato i Taurina Bros fino al palco del Mediolanum Forum, dove lo scorso 24 Settembre, si sono esibiti al fianco degli artisti più influenti della scena rap, in occasione dell’Hip Hop Tv Birthday Party. Proprio all’indomani di questa esperienza, abbiamo avuto occasione di incontrarli e scambiare quattro chiacchiere con loro…

D: Ciao ragazzi, siete freschi dell’esperienza vissuta al Mediolanum Forum in occasione dell’Hip Hop Tv BDay Party. A caldo, quali sono le sensazioni/emozioni che questa esperienza vi ha lasciato?
Taurina Bros: “Ciao! Diciamo che la cosa più difficile è stata tornare alla vita normale. Non è facile, un giorno, ritrovarsi a suonare davanti a diecimila persone ed il giorno dopo seduti al posto di lavoro. Abbiamo realizzato un sogno e fatto un passo importante. Ci sentiamo da un lato realizzati, ma dall’altro più ambiziosi e faremo in modo di ritrovarci su palchi di quella portata nel minor tempo possibile. We are stage addicted!!”

D: Com’è stato condividere il palco con alcuni degli artisti che dominano la scena rap italiana?
TB: “E’ stata una bella sfida. Ad Artisti come Salmo o Clementino basta mettere un piede sul palco per conquistarsi la folla. Loro hanno conquistato la fiducia dei fans che li acclamano ancora prima dell’esibizione mentre noi dobbiamo incendiare l’entusiasmo con la forza della nostra musica e l’energia sul palcoscenico per guadagnarci gli applausi. Siamo saliti su quel palco da perfetti sconosciuti e siamo scesi con la gente che gridava e applaudiva. E’ stato bello, bellissimo”.

D: A proposito, cosa ne pensate dell’attuale scena hip hop italiana?
TB: “Ci fanno spesso questa domanda. Ci sono tante cose che si somigliano, altre più interessanti. La sfida è sempre quella: trovare qualcosa di nuovo o quantomeno di personale e noi cerchiamo di farlo ogni volta che entriamo nel nostro studio”.

TAURINA BROS_cover album VIAGGIO FAMELICO B

D: Quale messaggio c’è dietro, o meglio, dentro il vostro album ‘Viaggio Famelico’?
TB: “Ci sono tantissime cose dentro ‘Viaggio Famelico’. Alcuni brani sono stati scritti diversi anni fa ed altri, invece, l’inverno scorso. Per dare un titolo a quell’album abbiamo passato in rassegna tutte le canzoni e ci siamo ritrovati a rispolverare tutta la strada fatta per arrivare fino a quel punto: una maratona interminabile di pochi passi avanti e una miriade di passi indietro. Abbiamo pensato che non poteva che essere ‘Viaggio Famelico’. Ci aiuta a ricordare che devi avere appetito di esperienze, belle o brutte che siano”.

D: La musica dei Taurina Bros è un mix che ingloba tra loro diversi generi: Suoni rap che si mescolano alla dubstep, con richiami al rock, alla dance, ma anche al pop. Ci spiegate come nasce tutto questo?
TB: “In realtà la risposta è molto semplice. Il rap è un genere musicale che si presta molto ad essere contaminato e quindi troviamo che imbrattarlo di ogni sonorità sia molto più stimolante che seguire dei cliché”.

D: Indubbiamente provenite da background musicali differenti. Quali sono gli artisti che hanno maggiormente influenzato la vostra crescita artistica?
TB: “Sono veramente tanti gli artisti a cui ci ispiriamo. Spaziamo il più possibile negli ascolti musicali. Sicuramente non ci rifacciamo quasi mai al mondo rap, ne a quello italiano ne a quello internazionale”.

D: Il disco ha ottenuto ottimi risultati di vendita, il singolo ‘Libera Il Ribelle’ ha raggiunto la seconda posizione su Amazon, scavalcando in classifica nomi più “noti” come Guè Pequeno, Clementino, ma perfino P Diddy. Che effetto vi ha fatto?
TB: “Tutte queste esperienze, dalla seconda posizione in classifica Amazon al concerto nel Mandela forum, ci hanno gratificato e dato prova di aver lavorato nella giusta direzione. Nel particolare l’aver superato per qualche giorno i più affermati artisti italiani ed internazionali ci ha fatto sentire molto fortunati”.

D: Facendo un passo indietro nel tempo, ci raccontate come è nato il progetto Taurina Bros?
TB: “E’ nato quasi per gioco. Matteo aveva appena fatto uscire una demo autoprodotta di musica elettronica sotto l’acronimo ‘Not’ e Dario e Lorenzo decisero di estrapolare da una di quelle tracce un beat per farne un brano rap. Quel brano è poi diventato ‘Ogni cosa brucia’. Ci è subito sembrato un sound forte ed interessante. Così sono nati i Taurina Bros”.

D: E per il futuro cosa dobbiamo aspettarci?
TB: “Un delirante album nuovo con nuovi esperimenti, nuovi sound, featuring e collaborazioni. Poi concerti a go go”.

Un ringraziamento ai Taurina Bros per la disponibilità e gentilezza ed anche a Tatiana Corvaglia di Parole & Dintorni.

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Potrebbe piacerti anche Altri dell'autore

Seguici!!!

Resta aggiornato seguendo la nostra pagina Facebook.

Clicca MI PIACE per non visualizzare più questo popup.