King Tuff approda in Italia per due concerti a fine maggio

Cappellino, capelli lunghi, vestito nero e medaglione in bella vista: è con questa eccentrica veste che arriverà in Italia il carismatico Kyle Thomas, in arte King Tuff, per due date da non perdere per presentare l’omonimo album uscito nel 2012 per Sub Pop, arrivato quattro anni dopo l’ottimo esordio ‘Was Dead‘ del 2008.

Kyle Thomas è stato già protagonista di esperienze musicali importanti come il progetto garage stoner Witch insieme a J Mascis, è stato poi musicista in band folk come i Feathers e parte della band della Sub Pop Happy Birthday. Mantenendo quell’atteggiamento ironico, divertente e diretto che lo contraddistingue da tempo, the King in questo nuovo album monta sulla macchina del tempo catapultando l’ascoltare nelle gloriose scene garage e rock and roll degli anni sessanta fino a sfiorare il glam di Marc Bolan e sforna dodici tracce fresche e dirette di sano rock’n’roll tutto da ballare.

‘King Tuff’ dunque è un album di rock’n’roll viscerale, sfacciato, impellente e divertente, senza sovrastrutture e ammiccamenti alle tendenze del momento. E questo approccio è quanto di meglio si possa sperare per ottenere un buon disco di rock and roll.

La leggenda di Detroit. Bobby Harlow dei The Go dice di lui “All that aside, this album fucking rules. I should know, I’ve heard it about a million times.” Da non perdere.

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Potrebbe piacerti anche Altri dell'autore

Seguici!!!

Resta aggiornato seguendo la nostra pagina Facebook.

Clicca MI PIACE per non visualizzare più questo popup.