La Notte Rosa: ecco come è nata la festa dell’estate della riviera romagnola

La Notte Rosa è una idea che non poteva che nascere in questa parte d’Italia: la Romagna, così divertente, sorridente e accogliente, sempre pronta a festeggiare.

La Notte Rosa: com’è nata?

La prima edizione de La Notte Rosa risale al luglio 2006 quando l’allora assessore al Turismo del comune di Rimini Andrea Gnassi si impegnò fortemente per dare il via alla realizzazione dell’evento volendo sostenere la vocazione “internazionale” di questo pezzo di costa italiana. Stiamo parlando dell’area che comprende, oggi, la riviera romagnola, i lidi ferraresi e San Marino e nelle recenti edizione comprende anche la riviera nord delle Marche.


La Notte Rosa è stata studiata sulla falsariga delle rinomate notti bianche da cui, però, si differenzia per alcune caratteristiche peculiari, tra cui: 1) non è una singola città a festeggiare, bensì un intero territorio. 2) non solo divertimento, ma temi portanti quali sentimenti ed emozioni conditi dal colore “femminile” per eccellenza, il rosa. 3) la festa è rappresentativa di un territorio, delle sue tradizioni e della sua cucina

Buona cucina, musica e spettacolo, eventi e cultura, fuochi d’artificio e divertimento sono gli ingredienti che hanno reso la Notte Rosa una ”cerimonia collettiva” dell’allegria.

La Notte Rosa 2016: il video promo

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Potrebbe piacerti anche Altri dell'autore