La Pazza Gioia: il nuovo film di Paolo Virzì sarà al Festival di Cannes

La Pazza Gioia è il nuovo film di Paolo Virzì che sarà presentato al Festival di Cannès al Quinzaine des Réalisateurs e uscirà nelle sale cinematografiche italiane il 17 maggio 2016.

Paolo Virzì, il regista italiano del Capitale Umano, è tornato dietro la cinepresa per questo nuovo lavoro cinematografico, La Pazza Gioia, per mettere in luce due storie di donne entrambe in cura per disturbi mentali e classificate come soggetti pericolosi. Interpretate magistralmente da Valeria Bruni Tedeschi e Micaela Ramazzotti, le protagoniste racconteranno l’esperienza di un fantastico rapporto di amicizia.

La Pazza Gioia: trama

Morandini Valdirana e Donatella Morelli sono due donne diverse ma con molti problemi in comune. La prima è una giovane chiacchierona e istrionica, di nobili origini e che in quanto contessa si è sempre concessa a uomini che rientrano in quella categoria che lei definisce “i grandi della Terra”. Dall’altra parte, invece, abbiamo Donatella Morelli che è una donna all’opposto della contessa: porta tatuaggi vistosi anche se è fragile e silenziosa; porta con sé un dolore immenso ma che non riesce a condividere. Entrambe le due donne sono in cura per problemi mentali e sono state etichettate come persone socialmente pericolose, e definite spesso dalla persone con toni dispregiativi, Ma entrambe sono alla ricerca di un angolo di felicità e così nascerà tra loro una imprevedibile amicizia che le porterà ad una fuga strampalata e toccante in quel manicomio a cielo aperto che è il mondo dei sani.

La Pazza Gioia: recensione del film

Nel cast oltre a Valeria Bruni Tedeschi e Micaela Ramazzotti, si segnala la presenza di Anna Galiena, Valentina Carnelutti e Tommaso Ragno. Il film sarà presentato al prossimo Festival di Cannes 2016 all’interno del concorso Quinzaine des Réalisateurs. Un film delicato con grandi interpretazioni. Così il regista lo ha definito:

Si può sorridere o addirittura ridere raccontando il dolore, o è qualcosa di impudico, di scandaloso? Speriamo di sì, che si possa, perché è la cosa che preferisco, nel fare un film. Ad un certo punto mettiamo in scena anche un episodio, che vorrei svelare il meno possibile, tra i più feroci e disperati che mi sia capitato di filmare. Eppure non si tratta di un racconto cupo e sconsolato. Cercavamo, semmai, tracce di felicità, o perlomeno di allegria, di eccitazione euforica, anche nel cuore di esistenze offese; volevamo scovare il senso liberatorio della commedia proprio laggiù, nel cuore del dramma di due donne dalla vita complicata e scabrosa. Nel rivedere il film, adesso che è finito, mi sembra di non aver mai filmato tanta esaltazione, tanta voglia di vita e di ebbrezza, tanta ilarità.

La Pazza Gioia: trailer

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Potrebbe piacerti anche Altri dell'autore

Seguici!!!

Resta aggiornato seguendo la nostra pagina Facebook.

Clicca MI PIACE per non visualizzare più questo popup.