Musica, Cinema, TV e Spettacolo

Lou Reed salvato da un trapianto di fegato

Lui è uno dei maledetti del rock, Lou Reed che, alla veneranda età di 71 anni, può dire ora di essere stato davvero fortunato. L’artista ha infatti subito lo scorso mese un trapianto di fegato, ed ora è nel pieno della convalescenza, ma dice di “sentirsi meglio e più in forma che mai“.

Giusto ieri, la moglie e musicista Laurie Anderson, ha confermato lo stato di salute in continuo miglioramento del marito, che oramai ha superato la fase critica.
Su Facebook, Reed ha voluto condividere la gioia per la recuperata salute, descrivendosi come un “trionfo della medicina moderna“, annunciando anche la sua intenzione di tornare sulle scene il più presto possibile:

“Sono un trionfo per la medicina moderna, la fisica e la chimica. Mi sento più grande e più duro che mai. La mia dedizione al Taj Chi ed il mio regime salutare, mi hanno preservato in questi anni, grazie al mio Maestro Ren Guang-yi. Sto già pensando di tornare on stage, esibendomi e scrivendo nuove canzoni, per connettermi ai vostri cuori ed ai vostri spiriti e l’universo intero per il futuro”.

Lo scorso Marzo, Reed fu costretto a cancellare numerose date, cancellazione che venne motivata con “inveitabili complicazioni“, senza specifica alcuna. Tra gli show cancellati c’è stato anche quello al Coachella.
Il suo fegato, dopo tanti anni, deve aver risentito del massiccio uso di droga e alcool che l’artista ha fatto durante tutta la sua vita, una dipendenza che non è mai riuscito a combattere. Un disagio che ha raccontato molto bene nelle canzoni ‘Heroin‘ e ‘Take a Walk on The Wild Side‘, divenute pietre miliari del rock.

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Seguici!!!

Resta aggiornato seguendo la nostra pagina Facebook.

Clicca MI PIACE per non visualizzare più questo popup.