Meeting Rimini 2016: Mostre, Esperienze e Percorsi

Le mostre presenti al Meeting per l’amicizia fra i popoli 2016 di Rimini saranno numerose: dalla mostra sui 70 anni della Repubblica a quella sull’immigrazione; da quella sulla vita di Madre Teresa alla mostra sulla Misericordia; dalla scoperta della Georgia alla Porziuncola di Assisi. Le esposizioni sono come sempre al centro del Meeting e costituiscono veri e propri eventi con visite guidate extra, incontri di presentazione, libere discussioni e confronti aperti.

LEGGI ANCHE: COME ARRIVARE AL MEETING TRENI NAVETTE PARCHEGGI 

LEGGI ANCHE: MEETING RIMINI – DOVE MANGIARE E SPECIALITÀ gASTRONOMICHE

Meeting Rimini 2016: Mostre

L’incontro con l’altro: genio della Repubblica 1946-2016 – Piazza C1 Intesa Sanpaolo
Inaugurata dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, la mostra è dedicata ai settant’anni della Repubblica ripercorrendo il periodo storico del Dopoguerra dove il nostro Paese si è costituito grazie all’interazione virtuosa di ideali politici e culture diverse: la cattolica, la socialcomunista e la liberale. L’esposizione è arricchita anche da preziosi filmati di Rai Teche e ai documenti della Camera dei Deputati. Curata dalla Fondazione Meeting e dalla Fondazione per la Sussidiarietà, vede l’importante collaborazione dell’ex Presidente della Camera dei Deputati Luciano Violante, la supervisione storica di Agostino Giovagnoli e il coordinamento del giornalista Massimo Bernardini.

Migranti La sfida dell’incontro – Piazza A1
Migranti è una mostra di grande attualità e porge al visitatore una provocazione che è quella di proporre una visione diversa della questione immigrazione da affrontare anzitutto non come un “problema“, ma guardando negli occhi gli uomini e le donne che emigrano. L’esposizione,realizzata con il patrocinio della Fondazione Migrantes della CEI è curata da Andrea Avveduto, Giacomo Gentile, Francesco Magni, Giorgio Paolucci, Maddalena Saccaggi, Marco Saporiti e Lorenza Violini. Con la collaborazione degli studenti dell’Università Cattolica e Statale di Milano e dell’Università di Bologna. Hanno dato il loro contributo anche un altro ex Presidente della Camera: Fausto Bertinotti, Gian Carlo Blangiardo, Carmine Di Martino, il professione egiziano Wael Farouq, e il segretario del Pontificio Consiglio della Pastorale per i Migranti e gli Itineranti Silvano Maria Tomasi.

Madre Teresa. Vita, spiritualità e messaggio – Piazza C1 Intesa Sanpaolo
A pochi giorni dalla canonizzazione, il 4 settembre, il Meeting dedica una mostra a Madre Teresa. Nella mostra foto e documenti dell’epoca testimoniano l’immensità dell’impresa e gli scritti di Madre Teresa, scoperti solo dopo la sua morte, svelano il segreto della Santa dei poveri. Insieme alle fotografie conservate nell’archivio della Postulazione della causa (che ha curato la mostra), alle pagine del diario di Madre Teresa, agli oggetti personali, la mostra sarà arricchita da alcune immagini del fotografo giapponese Morihiro Oki. La mostra ospiterà anche le varie onorificenze ricevute da Madre Teresa come riconoscimento laico del suo lavoro, primo fra tutti il Premio Nobel per la Pace ricevuto nel 1979. La santa di Calcutta partecipò al Meeting con un incontro memorabile, nel 1987.

American Dream. In viaggio con i Santi americani – Piazza A5
La mostra American Dream  racconta la vita di alcuni Santi americani, uomini e donne vissuti in America del nord tra il XVII e il XX secolo tra cui: i martiri americani Jean de Brébeuf (1593-1639), Isaac Jogues (1607-46) e Charles Garnier (1606-49), insieme a Kateri Tekakwitha (1656-80), canonizzata da Benedetto XVI; Junípero Serra (1713-1784) padre delle missioni in California, canonizzato da Papa Francesco; Damien de Veuster (1840-89), a servizio dei lebbrosi alle Hawaii; e Katharine Drexel (1858-1955), grande educatrice e costruttrice di scuole e di opere sociali. Il percorso si conclude con la storia delle apparizioni mariane presso il santuario di Our Lady of Good Help, in Wisconsin.

Restaurare il Cielo. Il restauro della Basilica della Natività a Betlemme – Piazza A3
La mostra Restaurare il Cielo presenta per la prima volta al grande pubblico lo splendore ritrovato di una delle basiliche più care alla cristianità e dei suoi mosaici: la Basilica della Natività a Betlemme. Il restauro durato tre anni è certamente un’operazione eccezionale dal punto di vista storico, culturale e artistico, ma rappresenta qualcosa di ancora più importante tre Chiese cristiane (ortodossa, cattolica e armena) hanno raggiunto un accordo epocale e dopo secoli decidono insieme di procedere all’intervento di restauro. La mostra è stata realizzata dalla Compagnia delle Opere con la cura della Prof.ssa Mariella Carlotti con Andrea Piacenti.

Georgia, Paese di oro e di fede. La forza dell’identità cristiana – Piazza A5
Questa rassegna a cura, tra gli altri, di Marilyn Kelly-Buccellati, l’archeologa statunitense e del Museo Nazionale di Tbilisi, è dedicata alla Georgia, Paese di oro e di fede. Fu uno dei primi ad aprirsi alla Cristianità, già nel IV secolo d.C. Questo diede origine a una stupefacente fioritura di arte e architettura. La mostra illustrerà questa straordinaria ricchezza mostrando nei dettagli l’unicità di questa tradizione.

L’abbraccio misericordioso. Una sorgente di perdono – Piazza C5
Nell’orizzonte dell’anno del Giubileo Straordinario che Papa Francesco ha dedicato alla Misericordia, si inserisce l’esposizione L’abbraccio misericordioso. Una sorgente di perdono, a cura di Carlos Avila Molina, Filippo Belli, Federica Bergamino, Mary Melone e Luca Pezzi.

Diario di volo di Antoine de Saint-Exupéry e del suo Piccolo Principe – Villaggio Ragazzi
Il Meeting 2016 dedica una mostra all’autore de Il Piccolo Principe, romanzo diventato un classico, amato dai bambini come dagli adulti. La mostra si articola in un percorso espositivo che racconta di de Saint-Exupéry e della sua grande passione per il volo. Nel percorso sarà presente anche materiale fotografico riguardante l’epoca in cui lo scrittore ha vissuto, in particolare legato all’aviazione.

Oggi voglio portarvi tutti in Paradiso – Villaggio Ragazzi
La Porziuncola verrà ricostruita al Meeting nello spazio del Villaggio Ragazzi  ed intorno alla Porziuncola verrà allestita una piccola mostra che aiuterà i bambini a compiere i cinque passaggi della storia del “Perdono di Assisi” “attualizzati. Una mostra composta da disegni creati apposta e da cinque brevi pezzi teatrali che spiegheranno il passaggio da fare. Tutto questo preceduto da una breve pièce teatrale che racconterà la storia del “Perdono di Assisi”. Al termine della piccola mostra ci sarà l’ingresso all’interno della “Porziuncola” dove si incontreranno alcuni personaggi.

Meeting Rimini 2016: Esperienze e Percorsi

Oltre alle mostre principali, sono ben 11 le Esperienze e Percorsi, rassegne che vanno dall’incredibile esperienza delle APAC in Brasile: esempi clamorosi di carceri che recuperano davvero l’umano dei detenuti, alla storia delle suore della Carità dell’Assunzione. Sempre la carità è al centro dell’esposizione sul terremoto del Friuli del 1976, a cura di don Antonio Villa, Eva Sopranzetti, Luciana Puddu e Davide Cestari e della mostra che racconterà l’opera della Fondazione Maddalena Grassi.

Sarà possibile incontrare grandi uomini come padre Augusto Gianola, missionario lecchese del Pime o scoprire le storie di alcuni protagonisti della persecuzione cristiana raccontate di Aiuto alla Chiesa che Soffre Italia. Una rassegna è dedicata alla scienza all’arte e alle invenzioni di Leonardo Da Vinci, un’altra racconterà le straordinarie opere lignee del monaco benedettino Fra Giovanni da Verona e ancora l’esperienza del lavoro nella mostra di CdO agroalimentare You’ll never walk alone e infine, l’esposizione Milano Studenti farà conoscere anche ai più giovani il mensile che a cavallo degli anni ’60 ha accompagnato la nascita e lo sviluppo di Gioventù Studentesca.

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Potrebbe piacerti anche Altri dell'autore