Home / MUSICA / Album / Of Monsters and Men: Beneath the skin, la recensione
Of-Monsters-and-Men-Beneath-the-Skin

Of Monsters and Men: Beneath the skin, la recensione

Esce oggi 8 giugno 2015 il tanto atteso secondo album degli islandesi Of Monsters and Men dal titolo Beneath the skin (Universal), composto da 11 brani.

L’album (che è disponibile da oggi in digitale e da domani lo sarà anche nei negozi) è stato anticipato dal singolo Crystals, primo brano della tracklist dell’album e di cui è stato rilasciato il videoclip. Crystals che può essere descritta fin dalle prime note come un potente inno dalle sonorità tipiche dei Of Monsters and Men, è caratterizzata da un sound epico composto da un uso spiccato delle percussioni e dai cori, specialmente nel ritornello.

Anche in Wolves Without Teeth dominano le percussioni insieme alle decise pennate di chitarra che sottolineano la firma artistica dei Of Monsters and Men, ossia le perfette armonie vocali del gruppo. Questo tipico sound è presente anche negli altri brani di Beneath the skin come I Of The Storm ed Empire dove però si mescola anche con qualche inflessione classica del brit rock, ma senza mai essere scontato.

ACQUISTA BENEATH THE SKIN SU AMAZON

In Beneath the skin ci sono anche brani dal sapore più intimo, quasi sussurrati, raccontando a se stessi il proprio stato d’animo: ne sono un esempio Hunger, Thousand Eyes e Black water.

Per il primo album, provenendo dall’Islanda, si poteva sentire nei testi che volevamo uscire ed esplorare – spiega  Ragnar “Raggi” Þórhallsson – Dopo essere stati in tour per due anni, penso che si possa avvertire in questo album che abbiamo ricercato maggiore interiorità verso noi stessi. Stiamo scrivendo più su di noi, invece di quello che c’è là fuori. È molto più personale.

Proprio in questo filone di ricerca interiore e maggiore sound intimistico troviamo Organs, una ballata accompagnata da pianoforte e archi sussurrati, che è forse uno dei brani più emozionali che il quintetto islandese abbia mai scritto, incorniciato alla perfezione dalla voce di Nanna Bryndís Hilmarsdóttir.

Ecco l’intera tracklist di Beneath the skin:

1. Crystals
2. Hunger
3. Wolves Without Teeth
4. Empire
5. Slow Life
6. Organs
7. Black Water
8. Thousand Eyes
9. I Of The Storm
10. We Sink
11. Human

È disponibile anche la deluxe edition contenente due bonus tracks Backyard e Winter Sound, il remix di Black Water a cura di Chris Taylor dei Grizzly Bear e il remix di I Of The Storm firmato dal collaboratore di Jonsi (Sigur Ros) Alex Somers.

Ascolta Crystals nel lyric video dei Of Monsters and Men.

Gli Of Monsters and Men sono inoltre partiti lo scorso maggio per un tour mondiale che toccherà anche l’Italia per tre concerti il 7 luglio a Milano all’interno dell’Unaltrofestival, l’8 luglio a Roma presso l’Auditorium Parco della Musica e il 10 luglio a Firenze all’OBI Hall.
I biglietti sono disponibili su TicketOne


NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!


Guarda anche

Avenged Sevenfold The Best Of 2005-2013 audio

Avenged Sevenfold: uscita la raccolta The Best Of 2005-2013 – audio

Il 2 dicembre 2016 esce The Best Of 2005-2013, doppio album con i più grandi successi degli Avenged Sevenfold. Ascolta le canzoni.

error: Content is protected !!