Home / CINEMA / News Cinema / One Piece Gold: trama e recensione del film tratto dal manga di Oda
One Piece Gold trama e recensione

One Piece Gold: trama e recensione del film tratto dal manga di Oda

È nei cinema italiani da giovedì 24 novembre 2016 il film One Piece GOLD, presentato in anteprima al Lucca Comics & Games, patria indiscussa a livello internazionale del fumetto e dell’animazione. Tratto dal celebre manga creato da Eiichirō Oda, il film d’animazione sbarca in Italia dopo uno straordinario successo in Giappone, con 11 milioni di euro incassati ai botteghini solo nella prima settimana.

One Piece Gold: trama

Nel Nuovo Mondo esiste una nave dalle proporzioni gigantesche costruita come una città di nome Gran Tesoro. Questa nave ha totale autonomia politica e amministrativa come territorio autonomo indipendente dal Governo Mondiale. Nemmeno la Marina ha l’autorizzazione a penetrare nella nave. La nave Gran Tesoro è comandata da Gild Tesoro che ha trasformato la nave in una meta turistica per persone ultra ricche.

A bordo della nave sale Luffy e la Ciurma di Cappello di Paglia che è alla ricerca del mitico One Piece. Scopriranno in questa ricerca che quell’enorme villaggio turistico galleggiante nasconde una realtà ben diversa da ciò che appare: Gran Tesoro si rivelerà ben presto un posto davvero inquietante. Comincia un’avventura di Luffy e della sua ciurma nella più grande città dell’intrattenimento, dove le persone più ricche del mondo vanno per giocare ed assistere a incredibili show. Luffy e compagni si ritroveranno così inghiottiti dalle dure regole del luogo e del gioco e rischieranno la vita per fuggire da questo luogo spaventoso e dal terribile comandante Gild..

One Piece Gold: recensione

Eiichirō Oda incorpora sempre all’interno dei suoi manga pesanti critiche sociali ai problemi che affliggono la società moderna e questo è presente anche nel film dove il Governo è rappresentato completamente corrotto mentre viene evidenziato il divario tra ricchi aristocratici che sprecano denaro e risorse e la popolazione comune che soffre di qualsiasi forma di ingiustizia sociale tra cui schiavitù e povertà. La città di Gran Tesoro richiama decisamente a Las Vegas e ne riprende persino il motto e l’ambiente  sfarzoso, ricco di casinò e denaro da sperperare.

Il film presenta un utilizzo sapiente delle nuove tecnologie soprattutto nei numerosi combattimenti tra cui la sfida tra Luffy e Gild che tiene lo spettatore incollato alla sedia. Ci sono naturalmente anche diversi spunti comici tipici della saga tra Sanji, Ussop e Chopper.

One Piece Gold: trailer


NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!


Guarda anche

È solo la fine del mondo trama e recensione

È solo la fine del mondo: trama e recensione con Vincent Cassel e Marion Cotillard

È solo la fine del mondo, film di Xavier Dolan, esce nei cinema italiani mercoledì 7 dicembre 2016. Scopri trama, recensione e trailer.

error: Content is protected !!