Ornella Muti ospite del Festival del Cinema a Mosca

La bellissima Ornella Muti è l’ospite d’’onore alla settima edizione del Festival cinematografico russo dal titolo: “‘Padri e Figli: Generazioni a confronto‘”, appena concluso nella Capitale.

Quest’anno il Festival è stato dedicato ai registi e produttori cinematografici Petr e Valery Todorovskij; a cui è stato consegnato il Premio Letterario Internazionale “Russia-Italia attraverso i secoli”.

Petr Todorovskij, è divenuto celebre nel ’65, premiato come “miglior debutto” al Festival Cinematografico di Venezia. Tra i suoi film più noti: “’Retro Vtroem’” e ‘“Interdevochka’”. Il figlio Valery Todoroskyij, miglior regia al Festival di San Sebastian con il film “’L’’amante’”, ha vinto l’ultima edizione del Festival del Cinema degli Emirati Arabi, con ‘“Hipsters’, film proiettato nel corso della rassegna.

Non poteva certamente mancare la bellissima Ornella Muti, che vanta origini russe da parte di madre, di cui non tutti sono a conoscenza. Ma Ornella in Russia è amata moltissimo soprattutto come attrice. E sono tanti ed importanti i progetti di lavoro che da diversi anni la vedono impegnata nel territorio sovietico. Difatti la splendida diva, che oltre in ’italiano, recita anche in francese, inglese e tedesco, sta perfezionando la lingua russa, poiché è prossimo un lavoro teatrale a Mosca con: ”’L’’ebreo”’ di Gianni Clementi, dal testo tradotto in russo; per la regia di Enrico La Manna.

Nel corso della manifestazione italo-russa, organizzata dalla Direzione dei Programmi Internazionali di Mosca, in collaborazione con il Ministero della Cultura della Federazione Russa e con la Fondazione Eltsyn di Mosca, Ornella Muti si è intrattenuta a lungo a parlare con Petr Todorovskij, per definire un prossimo impegno cinematografico con la sua casa di produzione.

Tra gli ospiti presenti alla manifestazione: Tatiana Shumova, vice-Presidente della Fondazione per le Iniziative Sociali e Culturali della Federazione Russa, che fa capo alla ex-first lady Svetlana Medvedeva; lo scrittore Zachar Prilepin, uno dei più noti e controversi della “nouvelle vague” letteraria russa; Olga Strada, responsabile presso l’Ambasciata d’Italia a Mosca per gli scambi culturali Italia-Russia e l’Ambasciatore della Federazione Russa presso la Santa Sede, Nikolaj Sadchikov.

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Potrebbe piacerti anche Altri dell'autore

Seguici!!!

Resta aggiornato seguendo la nostra pagina Facebook.

Clicca MI PIACE per non visualizzare più questo popup.