‘Padania? Non ha nulla a che vedere con gli inni leghisti’ Parla Manuel Agnelli leader degli Afterhours.

Lunedì 16 Aprile 2012, la FNAC milanese ha ospitato una, tra le più valide ed acclamate non solo nel nostro paese, band rock italiane: stiamo parlando degli Afterhours, capitanata, come sempre, dal misterioso Manuel Agnelli.
Già alle 16:00 (l’appuntamento era alle 18:00) il secondo piano dello store era gremito di fans speranzosi di far autografare, da uno dei componenti della band, il cd appena acquistato, ‘Padania’, la cui presentazione sarebbe avvenuta di lì a poco ed un giorno in anticipo rispetto all’uscita ufficiale.
Il tempo scorre, la tensione sale all’interno di quella sala, soprattutto sentendo i musicisti provare gli accordi di alcuni brani, un po’ come succede in uno stadio poco prima dell’inizio di un concerto; ma ecco che, tra i fremiti generali di un pubblico sempre più numeroso e comprendente una variopinta fascia d’età, la band milanese, puntuale, sale sul palchetto sfoggiando sorrisi soddisfatti alla vista di tanto entusiasmo.

La presentazione ha inizio con una premessa da parte del front man: il loro ultimo lavoro, successivo a ‘I milanesi ammazzano il sabato’, non si ispira per niente agli inni leghisti, verso cui, dice ironicamente, crede di aver “portato sfiga” dati i recenti scandali politici.
‘Padania’ è un album dai contenuti attuali e di forte impegno sociale; “l’omonima canzone” -spiega Manuel- “riguarda uno stato della mente e dell’anima; il desiderio di cambiare la propria vita ed il proprio destino, un’aspirazione così forte che diventa un’ossessione, tale da far dimenticare i motivi per i quali si sta combattendo”.

Dopo aver risposto, in maniera esauriente, alle domande dei fans più curiosi, esprimendo ognuno la propria, tutti i membri della band si preparano per un live acustico, voce e chitarra.
Prendono vita alcuni dei brani che li hanno consacrati come ‘Male di miele’, ‘Ballata per la mia piccola iena’ e, infine, il tanto atteso ‘Padania’ seguito da ‘La tempesta è in arrivo’, anch’essa estratta dal nuovo album.
Prima di deliziare il pubblico con l’ultima interpretazione, i componenti della band si soffermano a parlare del loro recentissima esperienza in Sicilia quando, durante il concerto al teatro Coppola di Catania, vengono premiati da Salvatore Borsellino, il fratello di Paolo, di cui leggono una toccante riflessione sulla legalità contenuta nel libro Agenda Rossa.
Così, presto si conclude, un’ora e mezza circa di intenso spettacolo, che ha fatto nascere in tutti i partecipanti un gran desiderio di accorrere ad una delle date del tour estivo per soddisfare al meglio la loro Afterhours mania!

Ecco le date finora rese pubbliche che saranno probabilmente seguite da ulteriori appuntamenti che proseguiranno nei mesi di luglio ed agosto:
7 Giugno 2012: Roma, Rock in Roma
15 Giugno 2012: Ferrara, Ferrara Sotto Le Stelle
22 Giugno 2012: Firenze, Cavea Del Nuovo Teatro dell’Opera
30 Giugno 2012: Bollate (MI), Villa Arconati Festival
4 Luglio 2012: Foresto Sparso (BG): Forest Summer Fest
6 Luglio 2012: Padova, Sherwood Festival
14 Luglio 2012: Brindisi, Torre Regina Giovanna
19 Luglio 2012: Collegno (TO), Colonia Sonora
23 Luglio 2012: Perugia, Rockin’ Umbria

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Potrebbe piacerti anche Altri dell'autore

Seguici!!!

Resta aggiornato seguendo la nostra pagina Facebook.

Clicca MI PIACE per non visualizzare più questo popup.