Quando un padre: trama e recensione

Al cinema dall'8 giugno 2017 il film Quando un padre con protagonista Gerard Butler. Scopri trama, recensione e trailer

Sarà in programmazione nei cinema italiani da giovedì 8 maggio 2017 il film Quando un padre, diretto da Mark Williams ed interpretato da Gerard Butler. Nel cast anche Alison Brie, come affascinante rivale sul lavoro del protagonista, Willem Dafoe nei panni dello spietato manager della società per la quale lavora e Alfred Molina, che interpreta l’ingegnere in pensione. Di seguito riportiamo la trama, la nostra recensione ed il trailer del film.

Quando un padre: trama

Dane Jensen (Gerard Butler) è uno spietato “cacciatore di teste”, ovvero procacciatore di personale per le grandi aziende, che pensa che il modo migliore per prendersi cura della propria famiglia sia guadagnare più denaro possibile. Il suo lavoro lo impegna per tantissime ore e questo va a discapito del tempo da dedicare a moglie (Gretchen Mol) e soprattutto ai figli. Ma qualcosa di terribile gli farà cambiare ogni prospettiva e valore della vita. Suo figlio Ryan di 10 anni si ammala gravemente di leucemia e questo getta Dane in una crisi profonda.

Quando un padre: recensione

Quando un padre segna il debutto alla regia del produttore Mark Williams e nonostante il suo lavoro appartenga al genere strappalacrime contiene molti spunti interessanti che rendono inconsueta la classica trama di questo tipo di storie. Scritto da Bill Dubuque, il film sembra calzare a pennello per Butler che ben interpreta il protagonista Dane Jensen, un padre di famiglia vecchio stampo, che mantiene moglie e figli e non tollera intromissioni nella gestione delle cose, in qualche modo dipendente dall’adrenalina della competitività del suo lavoro.
Ottima l’alchimia artistica tra Butler e Gretchen Mol che mettono a nudo problemi di vita coniugale e sessuale difficili da trovare nella produzione cinematografica statunitense.Degno di nota è l’ottimo lavoro di ambientazione in una Chicago ben definita dalle sue avveniristiche architetture. Buono il lavoro anche degli altri attori del cast tra cui la partecipazione estemporanea di Willem Dafoe nel ruolo del boss, e dell’ottimo Alfred Molina nella caratterizzazione di un personaggio ingenuo e buono. Anche la colonna sonora a cura di Mark Isham è caratterizzata da una decisa capacità di sottolineare, attraverso scelte musicali quanto mai varie, il percorso emotivo del personaggio.

Quando un padre: trailer

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Potrebbe piacerti anche Altri dell'autore

Seguici!!!

Resta aggiornato seguendo la nostra pagina Facebook.

Clicca MI PIACE per non visualizzare più questo popup.