Intervista a Roberta Di Lorenzo: ad un anno da ‘Esaurimento da Web’ torno con ‘Adesso Guardami’

Roberta Di Lorenzo 2015

La cantautrice Roberta di Lorenzo sta per pubblicare il suo nuovo album ‘Adesso Guardami’ che uscirà il 29 aprile 2015. Per l’occasione abbiamo avuto modo di intervistare la cantautrice, ecco cosa ci ha raccontato.

Cube Magazine: Ciao Roberta, grazie per la disponibilità. Rieccoci con una nuova intervista. Quali sono le cose più importanti che hanno caratterizzato l’anno passato?
Roberta Di Lorenzo: “È stato un anno di ritiro spirituale, chiamiamolo così va..( ride) . tante ore in studio , come un topino da laboratorio, poche apparizioni live, perché ero a lavoro sulle idee che oggi trovano ordine in questo terzo album. In questo ultimo anno ho realizzato ‘Polsi’.. canzone contro il femminicidio che mi ha portata in Quirinale lo scorso 8 marzo, a dare voce e musica alle donne che hanno subito violenza. Poi è arrivato il momento di ‘Esaurimento da Web’ il singolo in cui ironizzavo sull’ eccessivo uso e abuso del mondo virtuale.. Non ultimo il reading teatrale ‘Moderato cantabile’ con Milena Vukotic, in cui abbiamo celebrato la figura carismatica di Marguerite Duras …e oggi eccomi qua con ‘Adesso Guardami’!”

CM: Il 29 aprile uscirà il tuo nuovo album ‘Adesso Guardami’. Che cosa ti ha inspirato nello scrivere questo album?
RdL: “L’esigenza di confessare il mio essere “sfaccettata e multiforme“.. nella vita come nella musica. Avevo bisogno di mettere insieme i pezzi di me, per scoprire che accettarsi e mostrarsi per ciò che si è, è la chiave per la serenità. Sono uscita allo scoperto, ho cercato di guardarmi dall’esterno in quanto donna che cerca di essere sincera… con le esigenze di figlia, le voglie di amante e i desideri di madre. L’universo femminile è splendido e complesso. Si tratta di una ciclicità piena di meraviglie e conflitti che bisogna vivere pienamente, per riscoprirsi attratta da forme che non sospettavamo”.

CM: In ‘Adesso Guardami’ si possono trovare emozioni contrastanti che comunque fanno parte della vita di tutti i giorni. Quanto è importante per te esprimere queste emozioni nei tuoi testi e nelle tue canzoni?
RdL: “Emozionare è tutto..ma se non esiste più qualcosa che emoziona, come possiamo emozionarci? Io sono una cacciatrice di emozioni.. le cerco ovunque, le dipingo e poi le scrivo. In questi anni ho provato dolore, rabbia e frustrazione a causa di una depressione che era un sintomo di un trauma rimasto irrisolto… ma ho provato anche leggerezza, pace e armonia nel momento in cui ho affrontato i miei fantasmi. Di questo parlo in Adesso Guardami”.

CM: Rimanendo in tema di emozioni, nell’album le tematiche principali sono l’amore, la sofferenza e la rinascita. Se potessi attribuire un colore a queste emozioni, quali colori sceglieresti? E se potessi utilizzare un colore per descrivere la tua vita quale sarebbe?
RdL: “La mia vita è sempre stata un film in bianco e nero.. un chiaro scuro.. con elementi di luce e colori forti a illuminare delle scene importanti. Il rosso mi appartiene, è sempre con me, indosso sempre qualcosa di rosso.. perché rosso è il sangue che ci scorre in corpo.. ed è la prova che siamo vivi. Questo album è un gioco di luci e ombre…ma che scorre sotto il riflettore di un raggio di sole”.

CM: In questo nuovo album le tue canzoni parlano di rinascita. Come mai la scelta di questo tema? Quanto ti rappresenta al momento questa rinascita e perché ti ha inspirato? C’è stato qualcosa nella tua vita che al momento ti ha fatto rinascere?
RdL: “Gli incontri fanno rinascere, anche quelli sbagliati, perché proiettano un’ immagine di noi. Ed è dalla visione della nostra immagine che possiamo ripartire. Decidere cosa essere, cosa voler diventare. Ogni parte di me, ogni sfumatura della mia voce, del mio corpo , racconta una storia. Ci scorrono addosso le esperienze, e si fissano come tatuaggi. In questo album il protagonista è il mio corpo, campo di battaglia su cui scrivo le mie canzoni. Adesso Guardami è il mio vestito. Potrei cantare nuda e mi sentirei comunque protetta con queste 11 canzoni addosso. Il mio produttore artistico Paolo Iafelice è stato un “sarto” fantastico.. ha studiato con me le forme della mia mente come fossero forme anatomiche e insieme abbiamo cucito l’ abito giusto . L’ abito musicale ovviamente!”

CM: Lo scorso anno avevi pubblicato il brano ‘Esaurimento da web’, è cambiato qualcosa da quel momento?
RdL: “Certo! Cambio di continuo, perché mi annoio facilmente… la ricerca del suono è diventata prioritaria. Ho attraversato anche momenti di ossessione per il sound giusto..con l’ esperienza ci si rende conto di quanto le sfumature sonore parlino molto più delle parole ben scritte di un testo”.

CM: Che differenza c’è tra i brani presenti in ‘Adesso Guardami’ e il tuo brano ‘Esaurimento da web’? E cosa li può accomunare invece?
RdL: “Sebbene in ‘Adesso Guardami’ ci sia un brano che ricorda molto il sound Brit pop di ‘Esaurimento da Web’… si tratta di un altro capitolo, un’ altra produzione e nuove scelte stilistiche che prevedono anche l’ uso dell’ elettronica. Suono il pianoforte in tutti i brani del disco, perché è il mio strumento amico, quello con cui scrivo l’80 % delle canzoni. L’ho trascurato un po’ negli ultimi concerti dando priorità alla chitarra..adesso ritorno sui tasti neri e i tasti bianchi! Nel prossimo disco mi cimenterò con il basso..toccherà studiare.. ;)”

CM: L’album contiene 11 brani. Se potessi sceglierne uno quale sceglieresti? A quale sei più legata in qualche modo?
RdL: “Domanda difficile. Sono tutti figli miei!!! ;) L’ ottavo piano mi coinvolge e mi sconvolge ogni volta, come se stessi precipitando.. perchè è di questo che parla. Di una caduta dall’ alto nel vuoto. E il vuoto è uno spazio che a volte si deve affrontare affrontare. Genera ansia turbamento e disperazione.. sensazioni che ho conosciuto bene, con cui ho convissuto e spesso vengono ad affacciarsi… ma non ho più paura di farmi attraversare dalle emozioni. Le gestisco. Le riconosco, mi ci abbandono e scrivo”.

CM: La musica è una componente molto importante della tua vita. Cos’è per te la musica?
RdL: “La musica? È l’invisibile che fa chiarezza. Allena il nostro sesto senso e ci riallinea con l’ universo. Ci sono dei momenti in cui sono refrattaria alla musica, ma capita quando sono satura di informazioni.. il silenzio è prezioso. Spesso lo ricerco. Come una pausa necessaria per poi ricominciare”.

CM: Ultima domanda, quali sono i tuoi progetti futuri dopo il lavoro a questo album?
RdL: “Un progetto interessante con due personaggi che hanno già collaborato con me.. Una bella sorpresa che però non anticipo per scaramanzia.. E poi sicuramente un quarto album!!! (ride)”

Un grazie ed un grande ‘In Bocca al lupo’ a Roberta per tutti i suoi progetti ed un ringraziamento anche a Elena Lucerna dell’Ufficio Stampa Protocollo Zero.

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Potrebbe piacerti anche Altri dell'autore

Seguici!!!

Resta aggiornato seguendo la nostra pagina Facebook.

Clicca MI PIACE per non visualizzare più questo popup.