Musica, Cinema, TV e Spettacolo

‘Rush’: la Formula Uno vista da Ron Howard, dal 19 Settembre nei cinema

Ho cercato la verità e la fedeltà ai fatti, so che è quello che il pubblico vuole.

Dice Ron Howard, alla presentazione italiana della sua ultima fatica, il film ‘Rush’, che racconta la storia dei due piloti di Formula Uno, Niki Lauda e James Hunt, che nel 1976 animarono una vera sfida a colpi di sorpassi. Nella pellicola, il regista ha tentato di raccontare la vita sportiva e privata di questi due uomini, cercando di farne un ritratto il più veritiero possibile.
Il film, elogiato dalla critica oltreoceano, uscirà nel nostro Paese questa settimana, il 19 Settembre, ed è sicuramente una delle pellicole più attese di questo autunno. Protagonisti Chris Hemsworth, Daniel Bruhl, Alexandra Maria Lara e l’italianissimo Pierfrancesco Favino.

Daniel Bruhl è Niki Lauda, mentre Chris Hemsworth è James Hunt. Al loro fianco Alexandra Maria Lara che da il volto a Marlene Knaus, moglie di Lauda e l’apprezzata Olivia Wilde, che è Suzy Miller – la moglie di Hunt. Francesco Favino interpreta Clay Regazzoni, compagno di scuderia di Lauda.
Nella pellicola viene raccontata la vera storia del periodo d’oro della Formula Uno, quando la rivalità tra i due piloti più forti del Mondo (Lauda e Hunt, appunto) nasce e cresce. Qui vengono evidenziate le principali differenze caratteriali tra i due e l’approccio che questi hanno nelle loro sfide: Hunt è più istintivo, dal carattere estroverso e solare mentre Lauda è più riflessivo, introverso e dedito alla sua professione-passione per i motori. Il film ripercorre tutta la stagione del ’76, segnata da un duello all’ultimo respiro, che passa dal grave incidente di Lauda sul circuito di Nürburgring, fino alla sfida finale nel gran premio del Giappone.

 “Sono partito da due soggetti titanici – racconta Howard – mettendoci del mio, filtrando, anche perché non tutti conoscono la vicenda. Il pubblico ama la verità ed è per questo che ho cercato di essere il più possibile fedele a quanto accaduto davvero. E questo grazie anche alla ricerca degli attori, che hanno contribuito”.

Attorno alla realizzazione, infatti, Howard ha voluto accanto a se i testimoni di tutta la sfida, coloro che vi hanno assistito, che hanno conosciuto i protagonisti, a partire dallo stesso Lauda:

“E’ sempre stato a disposizione, ma non ha avuto alcun controllo editoriale, si è subito fidato sia di me che dello sceneggiatore Peter Morgan e ci ha lasciato spazio. Per Hunt sono intervenute molte persone che lo conoscevano, le versioni erano tante, diverse a seconda di chi intervistavi. Un grazie anche ai tanti esperti di Formula 1 che ci hanno aiutato nelle scene di guida, nei particolari tecnici”.

L’aspetto comunque più importante della pellicola è il mettere a confronto queste due grandi personalità:

“L’individualità, il loro confronto diventato come un supplizio, è stata un’esperienza creativa molto intensa. Per rendere la ricostruzione il più reale possibile “abbiamo usato ogni moderno strumento a disposizione. Ci sono immagini d’archivio, e molte riprese delle camera-car. La computer grafica l’abbiamo usata solo dove, girando diversamente, si sarebbe potuto causare il ferimento o anche la morte di qualcuno”.

Alla prima romana, svoltasi all’Auditorium della Conciliazione, presenti molte personalità come Luca Cordero di Montezemolo e molti piloti di Formula Uno, oltre che il figlio di Niki Lauda, Lucas. Anche se l’attenzione della stampa era tutta per la Ferrari P33 guidata da Lauda nel 1974, che svettava sul tappeto rosso.

 

Siamo anche su Google Edicola! Leggi il nostro blog sul tuo mobile, clicca sul banner
Google Play store page

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Seguici!!!

Resta aggiornato seguendo la nostra pagina Facebook.

Clicca MI PIACE per non visualizzare più questo popup.