Sanremo 2013: tra i fischi a Crozza e la musica dei Big

Dopo una breve anteprima, il 63° Festival di Sanremo comincia con il presentatore Fabio Fazio con un veloce monologo sull’importante significato della musica popolare nella nostra cultura. Introduce così ‘Viva Verdi‘, un omaggio per i 200 anni dalla nascita di Giuseppe Verdi che, a detta di Fazio, ha composto la colonna sonora dell’Unità d’Italia. E’ quindi sulle note di ‘Va pensiero’ eseguita dal coro dell’Arena di Verona insieme all’Orchestra sinfonica di Sanremo, posizionata in modo suggestivo “appesa” in veri e propri palchi sulla scenografia, che si apre il Festival.

Arriva quindi Luciana Littizzetto su una carrozza trainata da cavalli come una vera principessa e subito la sua scoppiettante ilarità irrompe al Teatro Ariston. Tra una battuta e dopo una divertentissima letterina di Luciana a San Remo, Fazio spiega le novità di questa edizione del Festival: i Big presenteranno infatti due canzoni e sarà il pubblico insieme alla giuria in sala stampa a scegliere quale brano gareggerà per la vittoria finale.

Si parte quindi con Marco Mengoni che rompe il ghiaccio con l’intensa ‘L’essenziale’ per poi cantare ‘Bellissimo’. Marco Alemanno, dopo il ricordo affettuoso di Lucio Dalla, annuncia che la canzone scelta è ‘L’essenziale’ con il 52% dei voti.

Arriva sul palco Raphael Gualazzi, che torna al Festival di Sanremo dopo aver vinto nella categoria giovani. Presenta, accompagnandosi al pianoforte, come suo consueto, ‘Senza ritegno’ e ‘Sai (ci basta un segno)’. E’ quest’ultima la canzone scelta con il 62% di voti e ad annunciarlo è una spendente Ilaria D’Amico.

E’ il momento di una vera e propria leggenda a Sanremo: la temutissima scala. Quest’ultima però non c’è, e Luciana attende “appesa” nel vuoto, come l’ospite Felix  Baumgartner fece ad ottobre quando si gettò in caduta libera dalla stratosfera superando la barriera del suono. Ecco che la tanto attesa scala letteralmente compare composta come un mosaico dai vari scalini che si muovono concentricamente uscendo dalla scenografia, rendendo il tutto molto suggestivo.

Si torna alla gara con Daniele Silvestri che suona il piano esibendosi in ‘A bocca chiusa’, coadiuvato dalla “coreografia” dell’interprete del linguaggio dei segni Renato Vicini. La seconda canzone invece è ‘Il bisogno di te (Ricatto d’onore)’. L’attrice Valeria Bilello annuncia che in gara resta ‘A bocca chiusa’, a cui Daniele è particolarmente attaccato.

Simona Molinari intrattiene il pubblico insieme a Peter Cincotti con le loro frizzanti ‘Dr Jekyll e Mr Hyde’ e ‘La felicità’. La tennista Flavia Pennetta dichiara che la canzone che resta in gara è ‘La felicità’ con il 54% dei voti.

E’ il momento molto atteso del secondo ospite della serata: Maurizio Crozza. Il comico si lancia in una satira pungente non molto gradita al pubblico del Teatro Ariston che insorge ricoprendolo di varie offese ed esortandolo con urla e fischi ad andarsene, impedendogli di continuare. Tra i fischi anche qualche “no politica” “non vogliamo sentire”. Dopo qualche minuto e l’intervento di Fazio, Crozza riesce ad andare avanti e terminare il suo atteso show.

Si continua con i Big in gara ed è il momento di Marta sui Tubi, una band che porta la sua originalità al Festival di Sanremo con ‘Dispari’ e ‘Vorrei’. Benedetta e Cristina Parodi annunciano la canzone in gara, ossia ‘Vorrei’ con il 63% dei voti.

Un momento molto toccante è quello di due ragazzi omosessuali che, attraverso dei cartelli, raccontano la loro storia che culminerà il prossimo 14 febbraio con il matrimonio, ma a New York perchè in Italia ancora le leggi non lo permettono.

E’ il turno di Maria Nazionale, che si esibsce in ‘Quando non parlo’ e ‘E’ colpa mia’. Vincenzo Montella, l’idolo di Fazio, arriva sul palco per annunciare la canzone vincitrice: vince ‘E’ colpa mia’ con il 52%.

Il calciatore del Torino Angelo Ogbonna presenta Toto Cutugno che riceve il Premio della Città di Sanremo. Toto si esibisce quindi insieme all’Armata Rossa prima nel suo successo ‘L’italiano’, poi in una canzone russa ‘Notti di mosca’. Per finire con un classico della musica italiana ‘Nel blu dipinto di blu’ di Modugno.

Ultima Big per stasera è Chiara Galiazzo, la vincitrice di x Factor 6, che presenta ‘L’esperienza dell’amore’ e ‘Il futuro che sarà’. Stefano Tempesti, portiere della nazionale di pallanuoto, annuncia che la canzone scelta è ‘Il futuro che sarà’.

Guarda la gallery della prima serata in gentile concessione di Vincenzo Nicolello

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Potrebbe piacerti anche Altri dell'autore

Seguici!!!

Resta aggiornato seguendo la nostra pagina Facebook.

Clicca MI PIACE per non visualizzare più questo popup.