Musica, Cinema, TV e Spettacolo

Sanremo 2014: scaletta e anticipazioni sulla seconda serata del 19 febbraio

Fabio Fazio durante la conferenza stampa
Fabio Fazio durante la conferenza stampa

Come di consueto alle ore 12:00 si è tenuta la conferenza stampa con Fabio Fazio e Luciana Littizzetto insieme al direttore Rai Giancarlo Leone, al direttore musicale Mauro Pagani, a Claudia Lolli vice sindaco di Sanremo. Durante l’incontro con i giornalisti, si è parlato della prima serata di ieri, dei dati di ascolto, e delle anticipazioni sulla seconda serata. Com’era prevedibile gran parte della conferenza stampa ha avuto come argomento principale l’accaduto di ieri sera con i due operai che hanno minacciato di buttarsi dalla balaustra.

Innanzitutto scopriamo che sono stati di 10 milioni 938 mila, con uno share del 45.93%, i telespettatori che hanno seguito la prima serata del 64° Festival della Canzone Italiana.
La prima parte, dalle 20.51 alle 23.50, fa fatto registrare 12 milioni 466 mila con uno share del 45.77%
La seconda parte, dalle 23.55 alle 24.47, è stata vista da 5 milioni 680 mila spettatori con uno share del 47.14%

Leone si dice molto contento degli ascolti e conferma gli ospiti di questa sera Claudio Baglioni, Franca Valeri, Claudio Santamaria e Rufus Wainwright. Si esibiranno i 7 Big in ordine: Francesco Renga, Giuliano Palma, Noemi, Renzo Rubino, Ron, Riccardo Sinigallia, Francesco Sarcina. Canteranno anche i primi 4 giovani: Diodato, Filippo Graziani, Bianca, Zibba.

Fazio è dispiaciuto per l’accaduto di ieri con i due lavoratori anche perchè ha fatto ritardare la serata e soprattutto la gara.

“Quei 20 minuti iniziali hanno avuto 3 conseguenze: una cardiaca, ma questa si vedrà meglio in futuro (ride). Una sugli ascolti in cui siamo stati molto penalizzati; il lungo prologo evidentemente ha inquietato non solo noi, ma anche il pubblico a casa. La terza è che la scaletta è slittata e sono stati anche spostati i blocchi pubblicitari. Stasera vorrei che la prima canzone andasse in onda alle 21. La situazione è stata gestita dovendo ricostruire la scaletta blocco per blocco, causando ritardi non desiderati.”

Leone parla di come sono entrati gli operai al Teatro Ariston: innanzitutto si tratta di 4 persone, 3 uomini e 1 donna, entrati al Teatro acquistando i biglietti al botteghino e al bagarinaggio. In galleria la donna ha simulato un malore, la sicurezza l’ha soccorsa e gli uomini sono quindi riusciti a passare andando sulla balaustra. Sono stati tutti denunciati dalla questura per violenza privata per aver costretto ad un’azione con minacce, ossia leggere una lettera in diretta televsiva.

Luciana parla dei minuti iniziali rispetto allo spettacolo televisivo che volevano offrire:

“Ho la percezione che quest’anno ci sia un dolore diffuso italiano. Si percepisce fuori e dentro in queste persone che manifestano. Noi cerchiamo di costruire un racconto leggero, che parla di bellezza e facciamo fatica perchè lavoriamo in un momento molto complicato, le cose sono molto diverse rispetto all’anno scorso. Lo spettacolo in sè è stato scombinato e questo ha scombinato tutto: l’equilibrio, la bellezza che c’erano dentro hanno subito uno scossone.”

Fazio aggiunge

“Quando abbiamo scelto la bellezza come tema centrale pensavamo che potesse essere usato come terreno comune, come antidoto. Anche mio figlio di 9 anni ha capito che, dopo il fatto degli operai, ero ansioso, ha usato la parola ansia. Vogliamo riproporre il tema della bellezza e della stabilità.”

E ancora

“Certamente era una cosa organizzata, quindi intanto aspettiamo di capire di siano queste persone. Il clima delle canzoni di Sanremo è romantico, si rifugia nell’intimismo e coincide con il disagio esteriore. Questo come tanti altri temi, quando vengono tradotti in un genere televisivo, hanno una sola traduzione: non sono impermeabili alla realtà rispetto al linguaggio che si adopera. Dobbiamo avere un linguaggio che sia in grado di tradurre il contemporaneo. Il tema con cui eravamo partiti nel discorso interrotto, delle riparazioni, parlava proprio di questo. Stavo infatti andando da Dori (Ghezzi), perchè De Andrè riusciva persino a descrivere quel disagio.”

Conclude

“Stasera spero di fare una puntata molto ordinata.”

Pif parla del Pre Festival Sanremo e Sanromolo che ieri sera è stato molto apprezzato e divertente:

“Le altre puntate non saranno così, quello che succede io racconto. La puntata di oggi sarà pimpante perchè ieri ci sono state tante cose da raccontare (ride). Tra ieri sera e stamattina avevo un’ansia che sembrava che lo dovessi presentare io il Festival. Non ti dico che spero che anche stasera succeda, ma sono cose belle per chi deve documentare e filmare dietro le quinte. Certo non mi aspettavo la tripletta Grillo, operai e sipario.”

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Seguici!!!

Resta aggiornato seguendo la nostra pagina Facebook.

Clicca MI PIACE per non visualizzare più questo popup.