Speciale Viaggi in USA: La Highway 50!

Un coast to coast, dall’Oceano Atlantico a quello Pacifico, è uno dei viaggi che tutti gli americofili desiderano fare almeno una volta nella vita. E Cube Magazine insieme al Blog ‘Tu Vo Fa’ L’Americano’ vi accompagna nei luoghi più remoti degli States.

 

Tra i luoghi su cui fin’ora mi sono informata, essendo un’amante di misteri e di tutto ciò che è legato al fenomeno UFO, non vedo l’ora di percorrere la extraterrestrial highway (sulla carta è ufficialmente la US Highway 375), famosa per gli avvistamenti UFO, che collega anche – manco a dirlo – la celeberrima ‘Area 51’, dove – si dice – che siano conservati i rottami del relitto caduto a Roswell nel New Mexico negli anni ’60.

Ad ogni modo non conviene avvicinarsi all’area militare, per ovvie ragioni.

Proseguendo si incontrerà la Highway 50, un’immensa distesa di asfalto che taglia a metà (da Est ad Ovest) lo stato del Nevada.

La strada è infatti conosciuta come una delle vie meno trafficate e più solitarie al mondo, particolare da non sottovalutare, soprattutto in caso di “problemi”.

Ho scoperto che presso tutti gli uffici o le stazioni di servizio di Reno, città famosa per il gioco d’azzardo, è possibile richiedere il Kit di sopravvivenza della Highway 50: una sorta di mappa sulla quale, in corrispondenza dei luoghi abitati, si trovano delle caselle da timbrare lungo la strada, presso tutti i luoghi pubblici dei paesi che incontrerete.

Ed alla fine di questa avventura non dimenticate di spedirla: quattro settimane dopo riceverete a casa il vostro personalissimo Attestato di Sopravvivenza.

Poco dopo Reno, (sulla 50 in direzione Est), percorse alcune miglia sarete a Fallon, dove c’è la base militare dei piloti Top Gun della marina militare. E’ bene fare qui il pieno di benzina, perchè poi si incontrerà una lunga piana desertica, ricoperta di sabbia, contrassegnata dai diversi disegni e scritte fatte, con le pietre nere di origine vulcanica che si trovano in loco, dai visitatori.

A questo punto, molti consigliano una deviazione per la Sand Mountain, una montagna di sabbia enorme, sul tragitto incontrerete la cittadina di Austin, che alla fine del secolo scorso era un importantissimo centro minerario. Qui ci sono un sacco di Historical Landmarks, (punti d’interesse storico), che non sono altro che vecchissimi edifici abbandonati e stalle, utilizzate dal pony espress.

Seguendo la strada si incontra Eureka, una piccola cittadina nata dallo sfruttamento minerario della regione. Dopo 77 miglia in mezzo al niente, senza una pompa di benzina, in salita e con curve a gomito, vi apparirà Ely, per l’ultimo timbro della Highway 50!

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Potrebbe piacerti anche Altri dell'autore

Seguici!!!

Resta aggiornato seguendo la nostra pagina Facebook.

Clicca MI PIACE per non visualizzare più questo popup.