Speciale Viaggi in USA: New York – Consigli per l’Uso (Part II)

E per il terzo appuntamento, proseguiamo l’utile rubrica su New York City, in collaborazione con il blog Tu Vo Fa L’Americano.

Ovvero come cavarsela nella Grande Mela.

E’ utile sapere che per cavarsela in una città come New York (come in una qualsiasi città americana) basta avere con se una Carta di Credito Visa o Mastercard (attenzione… non le Maestro!) e qualche contante.
Arrivati all‘aeroporto JFK, in qualsiasi terminal siate, ed a qualsiasi ora del giorno o della notte arriviate, vi basta valutare l’opzione con cui raggiungere il vostro hotel a Manhattan.

Ci sono 3 opzioni, a 3 diversi prezzi:
Taxi: la tariffa del taxi dall’aeroporto JFK a Manhattan ha un prezzo fisso di 45$, in qualsiasi punto della città siate diretti.
Shuttle: un servizio poco conosciuto, almeno per gli italiani, è l’ottimo servizio Shuttle, ovvero pullman di massimo 10 posti, che partono in ogni momento dai terminal verso Manhattan. Il costo è di 19$ a persona e penso che convenga soprattutto se viaggiate soli o in coppia. Se decidete di usufruire del servizio shuttle è buona cosa fornirsi di contanti prima dell’arrivo nella Grande Mela, oppure prenotare (e pagare) il servizio via internet.
Metro: ovviamente l’opzione più economica resta il trasporto pubblico. Se decidete di usufruire di questo servizio è bene munirsi di una cartina delle linee della metropolitana, in modo da sapere esattamente il percorso da fare. L’aeroporto è ben collegato alla linea metro con uno speciale trenino che percorre tutti i terminal e che porta direttamente al capolinea della linea A. Il prezzo del trenino è di 5$, ed il biglietto si può fare direttamente in aereoporto. Arrivati alla stazione della linea A si deve fare il biglietto della metro ad un costo di 2,25$ (oppure se decidete di fare direttamente la 7 Days Unlimited, pagherete subito i 29$, ma poi la potrete usufruire per tutta la settimana, senza nessun limite di tempo e spazio).

Attenzione ai “tassisti farlocchi” o meglio conosciuti come “abusivi”, se riconoscono che siete turisti (e credetemi, quelli hanno un occhio di falco per queste cose!) tenteranno di convincervi a prendere il loro “taxi”, che non è altro che la loro auto privata, spesso proponendo prezzi ben più alti di una qualsiasi tariffa offerta dai taxi. Mandateli a quel paese col sorriso, e vi lasceranno in pace.

Visitare ed Orientarsi a New York

New York City è una città molto semplice da girare: tutta Manhattan ha una struttura a scacchiera, tagliata perpendicolarmente dalle Street e dalle Avenue. Le Avenue sono le vie principali che tagliano verticalmente l’isola, da nord a sud, mentre le Street sono perpendicolari alle Avenue e vanno da est ad ovest. Tutte queste strade (sia le Street che le Avenue) sono numerate, ed è quindi molto semplice capire dove ci si trova e la direzione in cui andare.

La numerazione delle Avenue parte dall’East River con la 1st Avenue (quella che passa davanti al celebre Palazzo di Vetro dell’ONU) ed in ordine arrivano fino al Fiume Hudson, con la 12th Avenue. Le più famose (e più trafficate!) sono la 5th, la 6th (meglio conosciuta come Avenue of the Americas) e la 7th Avenue, chiamata anche Fashion Avenue.
L’unica eccezione è Broadway, che taglia in diagonale l’isola di Manhattan, perchè costruita su un antico sentiero indiano.
I numeri civici delle Street sono divisi a metà dalla 5th Avenue: la parte Est (East) e la parte Ovest (West).
Tutte queste strade sono, tranne qualche eccezione, a senso unico.

I newyorkesi dividono l’isola principalmente in 3 parti: l’Uptown, ovvero la parte nord, la Midtown, la parte centrale, e Downtown, ovvero la parte sud dell’isola. Questo vi servirà principalmente nel momento in cui prenderete la metro e dovrete scegliere la direzione in cui andare.
Manhattan ha una superficie molto vasta: è lunga circa 20 km e larga 6. Quindi, anche se girare a piedi è sempre la soluzione migliore perchè, credetemi, ad ogni angolo troverete qualcosa di interessante da vedere, capirete che è improponibile, anche per i camminatori più convinti, visitarla tutta a piedi.
I mezzi privilegiati sono comunque la Metro (un po’ vecchia e sporca, ma comunque efficentissima ad ogni ora del giorno) ed il Taxi. Per chiamare una Yellow Cab, così è chiamato il taxi dai newyorkesi, vi basterà alzare una mano. La tariffa varia a seconda della distanza percorsa, ma scordatevi le cifre da capogiro che pagate in Europa. E’ bene in ogni caso lasciare una mancia al taxista.

Chiarito questo, siete pronti per avventurarvi e farvi risucchiare dalla Grande Mela, in tutto il suo fascino.

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Potrebbe piacerti anche Altri dell'autore

Seguici!!!

Resta aggiornato seguendo la nostra pagina Facebook.

Clicca MI PIACE per non visualizzare più questo popup.