Split: trama e recensione del thriller psicologico con James McAvoy

Giovedì 26 gennaio 2017 arriva al cinema il film Split, thriller psicologico scritto, diretto e prodotto da M. Night Shyamalan. Il protagonista è James McAvoy affiancato da Anya Taylor-Joy, Betty Buckley, Jessica Sula, Haley Lu Richardson. Di seguito trama, recensione e trailer.

Split: Trama

Casey (Anya Taylor) è una ragazza introversa e problematica, tenuta in disparte dalle compagne di scuola. Un giorno Casey mentre si trova in auto insieme a due compagne,Claire e Marcia, viene rapita da un maniaco, che imprigiona le tre adolescenti all’interno di uno scantinato. Il ragazzo è Kevin (James McAvoy) malato di mente. Nella sua psiche convivono e lottano ben 23 personalità rendendolo un caso di studio unico per la sua psichiatra di fiducia, la dottoressa Fletcher (Betty Buckley). Durante la prigionia le ragazze verranno a conoscenza delle diverse personalità che coabitano nella mente del loro rapitore: un bambino, una donna e altre ancora, assai più pericolose. Comincia così una lotta per sopravvivere sia da parte delle tre adolescenti sia dentro la mente di Kevin sconvolta da tutte le personalità che convivono in lui. Mentre le barriere delle varie personalità di Kevin cominciano ad andare in frantumi, ne emerge una nuova, nascosta che da tempo vuole dominare tutte le altre e …


Split: Recensione

Partiamo dal finale: come ormai è usuale per Shyamalan, il finale sarà per lo spettatore un vero colpo di scena che provocherà un cambiamento nella percezione di tutto il film. Il regista si serve delle molteplici personalità di Kevin (ben 23) per passare da una situazione psicologica ad un'altra creando situazioni in conflitto con momenti grotteschi, inquietanti o terrificanti. Shyamalan sa utilizzare il disturbo dissociativo dell'identità (DID) appieno. D'altra parte si tratta di una patologia dall'indiscusso potenziale cinematografico, più volte ripresa da De Palma, Hitchcock, James Mangold e molti altri.

Fenomenale l'interpretazione di James McAvoy che non solo è brillante ma difficile da dimenticare. L'attore mostra infatti una fisicità incredibile ed una immedesimazione psicologica potente adattandosi minuziosamente alle differenti sfaccettature della psiche di Kevin. James McAvoy infatti dà prova della sua abilità passando per decine di personalità, da quella dello stilista gay Barry all'ossessivo-compulsivo Dennis, dal bambino dispettoso Hedwig alla fanatica religiosa Patricia. Un aiuto notevole a questo trasformismo interpretativo va riconosciuto al costumista Paco Delgado (costumista di The Danish Girl).

Un po' pesante è l'intreccio del racconto arricchito da troppe parentesi narrative che paiono spesso finalizzate a mostrare da parte della dottoressa Fletcher (Betty Buckley) la malattia di Kevin da un lato e le potenzialità della mente umana dall'altro.

Split: Trailer

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Potrebbe piacerti anche Altri dell'autore