Steve Harris British Lion al Live Club di Trezzo D’Adda

Ieri sera il Live Club di Trezzo D’Adda ha accolto un mito, Steve Harris, fondatore, leader e bassista degli Iron Maiden. Un evento molto particolare in cui per la prima volta nella sua lunga carriera Steve si prende una breve pausa dalla sua creatura per intraprendere un tour europeo con il nuovo progetto solista dal nome Steve Harris British Lion.

Per molti fans dei Maiden, non abituati a vedere Steve in un contesto diverso e più intimo è stata sicuramente una sorpresa e poter vedere il bassista più famoso e popolare nella storia del metal britannico nuovamente in un club è cosa molto rara al giorno d’oggi, per cui l’accoglienza dei fan e degli amanti del genere è stata una particolare occasione in cui potersi godere della buona musica. Ma il Live Club e il suo Staff sanno gestire molto bene (insieme alle diverse importanti Organizzazioni Musicali) queste situazioni musicali che ci danno occasione di vivere momenti magici ed importanti di musica.

Sicuramente le canzoni hanno caratteristiche diverse dal genere Iron Maiden, ma ritengo che non siano niente male e sicuramente mi comprerò questo nuovo album Rock (esperimento di Steve). Bei suoni di chitarre, di batteria, particolare timbrica nella voce del cantante e poi ovviamente inconfondibile potenza del basso di Steve Harris e presenza scenica di tutto rispetto per questo Mito del Rock. Sicuramente un bel Live e di assoluta qualità che avrebbe meritato sicuramente più presenza di pubblico.

A fine concerto mi sono poi intrattenuto insieme all’amico Riccardo (Gargio Rock), agli amici dello Staff del Live Club e della Shining Production per qualche altro scatto fotografico con Steve Harris, che si è reso piacevolmente disponibile anche per tale occasione.

Ma riprendiamo il senso di tale nuovo esperimento artistico e riportiamo nel seguito quanto dichiarato da Steve Harris:

Non vedo l’ora di riassaporare l’atmosfera calda dei piccoli club, umidi e rumorosi, guardando i miei fans dritto negli occhi. Gli altri membri di questo progetto” – prosegue Steve – “sono grandi musicisti che conosco da moltissimi anni e che hanno sempre collaborato con me nelle mie rare pause dagli Iron Maiden. Non si tratta quindi di un progetto improvvisato, visto che abbiamo inserito nel nostro debutto il meglio di anni di composizioni, prove e grandi canzoni”

British Lion’, uscito nel Settembre 2012, è il primissimo disco solista di Steve Harris, nonché la sua prima apparizione discografica al di fuori degli Iron Maiden. Insieme a lui sul palco, Richard Taylor alla voce, David Hawkins alle chitarre e tastiere, Grahame Leslie alla chitarra e Simon Dawson alla batteria. Le dieci tracce dell’album sono state mixate dallo storico produttore dei Maiden Kevin Shirley.

Pensate che in Inghilterra è in corso una petizione per insignire a Steve Harris l’onorificenza britannica di Sir che lo farà entrare a far parte dell’Ordine dell’Impero Britannico.

Foto per gentile concessione di Stefanino Benni

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Potrebbe piacerti anche Altri dell'autore

Seguici!!!

Resta aggiornato seguendo la nostra pagina Facebook.

Clicca MI PIACE per non visualizzare più questo popup.