‘The Grand Budapest Hotel’ di Wes Anderson inaugura la Berlinale 2014

Si è inaugurata ieri sera, con la proiezione della nuova commedia firmata Wes Anderson ‘The Grand Budapest Hotel’, l’edizione 2014 della Berlinale, divenuto uno dei più importanti festival cinematografici europei dopo Cannes e Venezia.

A dirigere questa nuova edizione, che si dilungherà fino al 16 febbraio prossimo, è l’immancabile Dieter Kosslick che anche quest’anno ha voluto incentrarsi sul cinema indipendente e sperimentale. In tabellone, oltre alla brillante commedia di Anderson, ci sarà anche l’ultima fatica di George Clooney ‘The Monuments Men’ ed anche il chiacchieratissimo ‘Nymphomaniac‘, controversa pellicola di Lars Von Trier, per un totale di oltre 400 titoli. Doveroso è anche l’omaggio a Philip Seymour Hoffman, l’attore recentemente scomparso, che nelle precedenti edizioni della Berlinale partecipò con ben due film: ‘Il Talento di Mr. Ripley‘ e ‘Magnolia‘.

Come detto, la 64esima edizione della Berlinale si è aperta ieri sera, con la proiezione di ‘The Grand Budapest Hotel‘ acclamata da pubblico e critica. Una pellicola che porta in scena lo stile originale del regista, che in questo film è affiancato da una squadra di attori di tutto rispetto: da Jude Law a Murray Abrahams passando per Ralph Fiennes.
Una giornata inaugurale che si è conclusa con una serata di gala, che ha riunito tutti i protagonisti di questa edizione a partire dal direttore della rassegna, Dieter Kosslick, fino alla giuria capitanata dal produttore Peter Schaums, ma di cui fa parte anche Christoph Waltz, vincitore lo scorso anno dell’Oscar per la sua interpretazione in ‘Django Unchained’, apprezzato ultimo lavoro di Quentin Tarantino.

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Potrebbe piacerti anche Altri dell'autore

Seguici!!!

Resta aggiornato seguendo la nostra pagina Facebook.

Clicca MI PIACE per non visualizzare più questo popup.