Una vita da gatto: trama e recensione del film con Kevin Spacey

Una vita da gatto è al cinema da mercoledì 7 dicembre 2016. Il film è del regista Barry Sonnenfeld, mentre nel cast è presente il due volte premio Oscar Kevin Spacey in una veste del tutto nuova e Christopher Walken.

Una vita da gatto: Trama

Un uomo estremamente ricco di nome Tom Brand è sempre occupato nei suoi affari di lavoro e spesso trascura la famiglia formata da sua moglie Lara e da sua figlia Rebecca. Il miliardario decide che deve recuperare il rapporto con la figlia. Sceglie così di regalare alla bambina per il suo compleanno il gattino che desidera da molto tempo. Sulla strada verso casa, Tom è coinvolto in un terribile incidente ed entra in coma. Quando riprende conoscenza capisce che la sua anima è misteriosamente intrappolata nel corpo del gattino appena comperato. Entrerà a far parte della sua stessa famiglia in questa nuova forma animale e sperimenterà una nuova prospettiva di vita all’interno di casa sua.

Una vita da gatto: Recensione

Kevin Spacey nei panni del protagonista sfodera grande ironia e sarcasmo e riesce in una interpretazione che è il vero punto di forza di questa commedia con elementi di critica sociale. Purtroppo gli altri personaggi non sono all’altezza del protagonista ad eccezione del venditore di gatti Christopher Walken. Sono una serie di figure stereotipate che non rendono giustizia all’interpretazione di Spacey, che per quasi tutto il film si esprime con voce fuori campo, e di Christopher Walken nei panni di Felix Perkind. L’inizio del film con un lancio di paracadute da cartone animato fa subito ben sperare in momenti di originalità, ma poi questo aspetto si perde nel proseguo della pellicola che diventa un po’ banale, pur restando divertente e un gradevole film per famiglie.

Una vita da gatto: Trailer

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Potrebbe piacerti anche Altri dell'autore