Vasco sposa la sua Laura e Zocca fa festa al posto suo

Una “cerimonia riservatissima” quella del matrimonio di Vasco Rossi con la sua compagna di vita da diversi anni Laura Schmidt. Come già prontamente annunciato dai rotocalchi rosa, il Vasco nazionale ha finalmente detto il fatidico ““.
Sabato 7 Luglio di fronte al Comune di Zocca una folla di fan e curiosi si è appostata per vedere i novelli sposi arrivare ed andarsene dall’ufficio, ma sono rimasti un po’ delusi: nessun autografo e nessun bagno di folla per il Blasco, solo auguri e tanti applausi.
A celebrare la cerimonia, che per il rocker è “pura burocrazia“, l’amico d’infanzia Francesco Bagnaroli che ora è vicesindaco.  Al matrimonio, nessun vip e nessuna sfilata: pochi invitati stretti, i testimoni erano la sorella di Laura e il figlio della coppia di neosposi Luca, poi la mitica tata Ivana e le mamme di Vasco e Laura.

“Volevo tranquillizzare, sdrammatizzare e placare un po’ tutto questo entusiasmo e questa importanza data a un atto puramente tecnico e necessario per dare a Laura gli stessi diritti dei miei tre figli. Per questo è necessario che io firmi un contratto di matrimonio civile. Io che ho sempre considerato il matrimonio come una ben triste condizione di vita”.

Una scelta “obbligata” quella di Vasco, insomma:

“In questo Paese le leggi sono poco chiare, sempre confuse e interpretabili, non si sa mai cosa può accadere… E comunque non sono regolamentate chiaramente le coppie di fatto perché al Vaticano non sono simpatiche e anche ai nostri politici non piacciono tutte queste novità. Non ci sarà una festa… Non ci saranno pranzi… Liste di regali o felicitazioni, ma una nuova sconfitta per le nostre convinzioni”.

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Potrebbe piacerti anche Altri dell'autore

Seguici!!!

Resta aggiornato seguendo la nostra pagina Facebook.

Clicca MI PIACE per non visualizzare più questo popup.