Home / CINEMA / News Cinema / Zeta: al cinema una storia rap con Fedez, J-Ax, Rocco Hunt e tanti altri
zeta film

Zeta: al cinema una storia rap con Fedez, J-Ax, Rocco Hunt e tanti altri

Il film Zeta di Cosimo Alemà sarà nei cinema italiani da oggi 28 aprile 2016. Si tratta di un lungometraggio in cui protagonista è la musica vista come frutto di un allenamento per ottenere il successo materiale. Non appare dunque come arte, ma piuttosto come industria discografica.

Zeta: trama

Siamo a Roma dove sono evidenti le divisioni territoriali (centro e periferia) e sociali (ricchi e poveri oppure famosi e non famosi). Tre giovanissimi amici Alex/Zeta (Diego Germini), Gaia (Irene Vetere) e Marco (Jacopo Olmi Antinori) vogliono sfuggire alla rassegnazione di un destino già segnato per loro: la strada, il lavoro al mercato, i casermoni di periferia, la povertà, il piccolo spaccio… Hanno un sogno, quello dell’hip hop.

Ma solo uno dei ragazzi, Alex, viene notato da un rapper e produttore famoso che gli dice di abbandonare gli amici e dedicarsi ad una carriera solista. Il protagonista così raggiunge un effimero successo e poi tutto va a catafascio tra cattive amicizie e la disistima personale. Poi un senso di rivalsa si fa spazio nella sua anima e vorrà dimostrare di essere rimasto fedele a se stesso. Lo dimostrerà iscrivendosi ad una rap battle, ovviamente in freestyle, contro il consiglio di tutti. Non importerà vincere ma dimostrare a se stesso di valere qualcosa realmente.

Zeta: recensione

Zeta è una storia di musica, hip hop, amicizia, amore e riscatto; una ricerca profonda deil proprio destino e della realizzazione dei propri sogni. Nel cast si segnala la partecipazione straordinaria di Massimiliano Gallo che interpreta Massimiliano De Simone, Gianluca Di Gennaro, nel ruolo di Gianluca Moccia, Edy Angelillo nel ruolo di Maria Godano. Inoltre vedremo la partecipazione straordinaria dei rapper Fedez, J-Ax, Salmo, Clementino, Ensi, Briga, Baby K, Lowlow, Tormento, Rancore, Shade, Noyz Narcos, Shablo, Metal Carter, Rocco Hunt. 

Salvatore Esposito nel ruolo del grande rapper che produce il protagonista è estremamente credibile (tranne per la voce perchè si percepisce che è doppiato) mentre i tre ragazzi che interpretano i giovani protagonisti non sembrano avere una buona sicurezza nell’interpretazione. Infine la parte del film dedicata alla momento in cui Alex raggiunge il successo commerciale viene sviluppato in modo troppo sfuggevole, non dandogli forse l’attenzione necessaria. La scena in cui si vede che tra il pubblico della sfida finale c’è anche la ragazza del protagonista sembra particolarmente surreale: lei non partecipa emotivamente alla lotta del suo ragazzo, lo guarda con una fissità disarmante rendendo la scena irreale, ma immergendo lo spettatore nel senso di emarginazione potente e quasi commovente che aleggia in tutto il film. Il finale di Zeta riesce a mostrare qual è lo spirito del rap e cosa lo rende diverso dagli altri generi musicali; se alcuni personaggi non riescono ad esprimere questo spirito nel complesso della pellicola questo sentimento emerge potente.

Zeta: trailer


NEWSLETTER

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!


Guarda anche

Non c'è più religione trama e recensione

Non c’è più religione: trama e recensione della commedia con Bisio e Gassmann

Non c'è più religione, nuova commedia con Claudio Bisio e Alessandro Gassmann, è al cinema dal 7 dicembre 2016. Scopri trama, recensione e trailer.

error: Content is protected !!