La Passione di Cristo film da vedere a Pasqua: cast, recensione, curiosità

La Passione di Cristo diretto da Mel Gibson è tra i film da vedere a Pasqua. Scopri cast, recensione e curiosità.

La Passione di Cristo è tra i film da vedere a Pasqua. Si tratta del colossal diretto da Mel Gibson con James Caviezel, Maia Morgenstern e Monica Bellucci. Di seguito ecco scheda, cast, trama, trailer, alcune curiosità sul film e dove vederlo in streaming.

CONTINUA A LEGGERE DOPO LA PUBBLICITÀ

La Passione di Cristo film da vedere a Pasqua: cast e scheda

  • TITOLO ORIGINALE: The Passion of the Christ
  • USCITO IL: 7 aprile 2004
  • GENERE: Drammatico, Religioso
  • ANNO: 2004
  • REGIA: Mel Gibson
  • CAST: James Caviezel, Maia Morgenstern, Monica Bellucci, Mattia Sbragia, Hristo Shopov, Claudia Gerini, Luca Lionello, Hristo Jivkov, Rosalinda Celentano, Sabrina Impacciatore, Francesco De Vito, Toni Bertorelli, Fabio Sartor, Giacinto Ferro, Olek Mincer, Sergio Rubini

La Passione di Cristo film da vedere a Pasqua: trama

Nel film il regista racconta la sua visione delle ultime 12 ore di vita di Gesù Cristo dall’orto degli Ulivi, dove si è recato per pregare dopo l’Ultima Cena, all’arresto e alla condanna da parte dei sommi sacerdoti, la scelta di Ponzio Pilato di affidare la decisione alla folla, la flagellazione, la via crucis per le vie di Gerusalemme fino al Golgota, fino alla crocifissione e al Resurrezione.

CONTINUA A LEGGERE DOPO LA PUBBLICITÀ

La Passione di Cristo: curiosità

  • La pellicola ha ricevuto tre nomination agli Oscar 2005 per la fotografia, il trucco e la colonna sonora.
  • Il film è stato girato interamente in Italia: gli esterni in Basilicata a Matera Craco (paese fantasma della provincia materana) e a Cinecittà per quanto riguarda gli interni. 
  • Nel film i personaggi parlano la loro lingua originale ossia latino, ebraico e aramaico.
  • Le scene in cui Gesù è in croce sono state girate sia grazie all’animatronic sia con l’attore protagonista Jim Caviezel. Questi ha dovuto sopportare durante le riprese un freddo notevole tanto che si ammalò di ipotermia e polmonite. 
  • Nel film possiamo vedere la mano del regista Mel Gibson due volte: quando viene piantato il primo chiodo nella mano di Gesù, l’inchiodatore è Gibson; inoltre è sua la mano che aiuta Monica Bellucci (Maria Maddalena) ad alzarsi nella scena in flashback della lapidazione.

La Passione di Cristo: recensione

Tuttavia ha fatto molto discutere per le scene di violenza e realismo crudo, oltre alle accuse di veicolare un messaggio antisemita. Molto belle le scelte stilistiche del regista dall’uso delle immagini rallentate, i primissimi piani, un senso epico che origina dalla sopportazione delle atroci torture. Siamo di fronte ad una riscrittura delle stazioni della Via Crucis. È un cinema che ha delle parti a carattere sperimentale soprattutto nel coinvolgimento emotivo e sensoriale del pubblico. Parte però dal presupposto che lo spettatore sappia già bene la storia della vita e della passione di Cristo perche altrimenti non si riuscerebbero a percepire tante sfumature e a riconoscere anche i personaggi che sono a fianco di quell’uomo umiliato, percosso, maltrattato, deriso e infine crocifisso. Ma chi non conosce la storia?

CONTINUA A LEGGERE DOPO LA PUBBLICITÀ

La Passione di Cristo streaming

Il prossimo passaggio televisivo del colossal firmato da Mel Gibson è previsto in occasione di Pasqua 2019, particolare sabato 20 aprile in prima serata su TV8. Quindi, in contemporanea con la messa in onda televisiva, sarà possibile vedere La Passione di Cristo streaming sul sito del canale TV8.

La Passione di Cristo: trailer