Fabri Fibra escluso dal Concerto del Primo Maggio

L'organizzazione del concerto del Primo Maggio ha deciso di escludere Fabri Fibra dalla line-up perchè i sindacati lo considerano 'omofobo, misogino e sessista'.

“Omofobo, sessista, misogino”.

Questa è la definizione con cui l’organizzazione del Concerto del Primo Maggio ha descritto il rapper Fabri Fibra, giustificando la sua esclusione dalla line-up dell’atteso evento romano.
La sentenza arriva dai sindacati, che ieri hanno comunicato questa decisione che sta facendo gridare allo scandalo tutti i fan sparsi per lo Stivale del rapper marchigiano.

CONTINUA A LEGGERE DOPO LA PUBBLICITÀ

Ed oggi, arriva la pacata risposta di Fibra – affidata a Facebook:

CONTINUA A LEGGERE DOPO LA PUBBLICITÀ

“Concertone del Primo Maggio in Piazza San Giovanni: nemmeno quest’anno sarò su quel palco. Mi sembrava strano. In effetti, l’invito entusiasta da parte di Marco Godano mi aveva sorpreso, era una bella novità. Invece poi non sono gli organizzatori che decidono chi suona in piazza. Nei miei testi forse non tutti ci leggono l’impegno politico o sociale necessario per eventi del genere. Nel 2013, per alcuni, il rap e i suoi meccanismi artistici sono ancora da interpretare e da capire fino in fondo. Qualcuno voleva che io suonassi e qualcuno no. Nonostante il tentativo, non si fa nulla. Il Primo Maggio è ancora soggetto a certi schemi che in altri circuiti live non ci sono o comunque non ci sono più. Penso in ogni caso che i concerti siano una bella occasione per i ragazzi di vivere esperienze musicali reali. Ci vediamo comunque in tour quest’estate e quest’autunno”.