Festival di Castrocaro 2017 vince Luigi Salvaggio: testo e audio del brano

Luigi Salvaggio è il vincitore del Festival di Castrocaro 2017 con la canzone Il Silenzio Delle Stelle. Scopri audio e testo

Durante la finale del Festival di Castrocaro 2017, che si è tenuta sabato 26 agosto, è stato proclamato vincitore Luigi Salvaggio. Il giovane siciliano proveniente da Caltanissetta ha trionfato con il brano Il Silenzio Delle Stelle dedicato a sua zia. SCOPRI I VINCITORI DI TUTTE LE EDIZIONI DEL FESTIVAL

CONTINUA A LEGGERE DOPO LA PUBBLICITÀ

Festival di Castrocaro 2017: la finale

La serata, condotta da Marco Liorni insieme a Rossella Brescia, ha visto i 12 finalisti sfidarsi  in due manche. Nella prima i giovani emergenti, sia cantanti individuali sia band/gruppi, hanno cantato cover di canzoni che hanno partecipato alla manifestazione in passato. Quindi la giuria ha deciso chi portare avanti fino a selezionare i quattro artisti della finalissima. Luigi Salvaggio ha sbaragliato i concorrenti vincendo il Festival di Castrocaro 2017, che quest’anno ha celebrato la sua 60° edizione.

CONTINUA A LEGGERE DOPO LA PUBBLICITÀ

Il giovane, unico siciliano in gara nella finale della kermesse romagnola, ha vinto rispettivamente: il trofeo del Festival, la possibilità di registrare un videoclip ufficiale del brano con una trupe professionale; infine l’accesso alle selezioni per le Nuove Proposte del Festival di Sanremo 2018.

CONTINUA A LEGGERE DOPO LA PUBBLICITÀ

Luigi Salvaggio: audio di Il Silenzio Delle Stelle

Luigi Salvaggio: testo di Il Silenzio Delle Stelle

Cade questa notte
La luna che si apre
Il cielo che mi mostra
Le sue ali macchiate
Il tempo che riappare
Come un [] da solo
Nella sua preghiera
Una nota sola
Il silenzio delle stelle
E la luce che ne rimane
Raccontano una storia
Che una mano lenta scrive
Per questo io contemplo
La voglia di chi vive
E con le mani giunte
Io tornerò a pregare
Mentre quel silenzio lo lascerò tacere
Tu prendi le mie mani
Andiamo verso quei pianeti
In bilico tra i sogni e quello che non vedi
Volare senza ali noi l’abbiamo fatto
La notte mi ha sorpreso, scacco matto