Io c’è, film al cinema il 29 marzo: recensione e curiosità

Io c'è è uno dei film al cinema in uscita il 29 marzo 2018. Scopri trama, trailer, recensione e curiosità.

Io c’è è uno dei film al cinema in uscita giovedì 29 marzo 2018. La pellicola è una commedia del 2018, diretta da Alessandro Aronadio, con Edoardo Leo e Margherita Buy.  Di seguito ecco scheda, trama, trailer, la nostra recensione e qualche curiosità sul film.  SCOPRI LE ALTRE USCITE NELLE SALE DEL MESE

CONTINUA A LEGGERE DOPO LA PUBBLICITÀ

Io c’è, film al cinema: scheda

  • TITOLO ORIGINALE: Io c’è
  • DATA USCITA: 29/03/2018
  • GENERE: Commedia
  • NAZIONALITA’: Italia
  • ANNO: 2018
  • REGIA: Alessandro Aronadio
  • CAST: Edoardo Leo, Margherita Buy, Giuseppe Battiston
  • DURATA: 100 minuti

Io c’è, film al cinema: trama

Massimo Alberti ha un bed & breakfast, ma la crisi ha colpito anche la sua attività. La sorella maggiore Adriana, da sempre la figlia preferita di papà, condivide l’opinione del genitore che Massimo sia un buono a nulla. Il marito di Adriana, vero arrivista senza scrupoli, cerca di portare via al cognato anche quella metà del bed & breakfast che è l’ultima eredità paterna e che rischia di diventare il simbolo del suo definitivo fallimento. Oltrettutto il fisco lo massacra, affossando il suo piglio imprenditoriale.

CONTINUA A LEGGERE DOPO LA PUBBLICITÀ

È allora che Massimo si rende conto che le sue vicine, un gruppo di suorine tanto scaltre quanto pie, hanno trovato la soluzione giusta per un business esentasse: affittare le stanze del convento a fronte di un’offerta volontaria, sulla quale l’Agenzia delle Entrate non può rivalersi perché il convento cade sotto la definizione legale di “luogo di culto”. Da lì all’inventarsi un culto che trasformi il bed & breakfast in luogo tax free, per Massimo il passo è breve.

CONTINUA A LEGGERE DOPO LA PUBBLICITÀ

Io c’è, film al cinema: recensione

La vera qualità di questa commedia non è tanto nella storia, ben scritta da Aronadio, Leo, Renato Sannio e Valerio Cilio, ma piuttosto nella regia che mostra come Massimo Alberti sia un autore con una gestione coraggiosa dell’immagine. Molto particolari sono alcune scene, soprattutto acquatiche, che mostrano la capacità del regista di “inventarsi qualcosa” di nuovo  e di originale, pur nel rispetto dei canoni di una produzione commerciale. Quello di Aronadio è un cinema senza inutili ipocrisie e sensi di colpa.

Io c’è, film al cinema: curiosità

  • Edoardo Leo, che nella sua carriera ha girato ben 29 film e alcune fiction.
  • “Ci siamo messi nel mio salotto e l’abbiamo inventata”, dice Alessandro Aronadio a proposito di come è nata la nuova religione di cui tratta il film. “E questa religione ha davvero tutto “ex novo”, dai precetti agli abiti di culto. Nella nostra religione, l’uomo e la donna sono pari , inoltre tra i divieti c’è quello di mangiare il tofu! oltre a 10  suggerimenti che sarebbe meglio rispettare…”

Io c’è, film al cinema: trailer