OldBoy: arriva al cinema il nuovo film di Spike Lee

In occasione dell’uscita cinematografica prevista nelle sale italiane per il 5 Dicembre 2013, lo staff di cubemagazine.it ha partecipato all’anteprima stampa di OldBoy. l’ultimo thriller di Spike Lee con Josh Brolin, Elizabeth Olsen, Samuel L. Jackson, Sharlto Copley.

Rendendo omaggio all’originale fumetto manga creato da Garon Tsuchiya e Nobuaki Minegishi, che già negli anni ’90 affascinò il popolo asiatico, alla prima versione cinematografica datata 2003 ad opera del  pluripremiato regista coreano Park Chan Wook, OldBoy di Spike Lee torna a sconvolgere e turbare le coscienze dei cinespettatori di tutto il mondo.

Il regista afro-americano ci riprova: dopo la candidatura all’Oscar per Fa la cosa giusta (‘Do The Right Thing’) e il successo di altri lavori come Lola Darling ( ‘She’s Gotta Have It’), Malcom X, La 25° Ora e Inside Man, Lee si rimette alla prova con un nuovo thriller, genere che da sempre ha affascinato il regista, portandolo a cimentarsi questa volta con una storia che per lo stesso diviene una sfida: dare nuovo volto ad una storia, non a copiarla. Lo stesso Spike Lee afferma infatti:

Non ho mai pensato ad OldBoy come un remake – spiega –  L’ho visto più come un’interpretazione di una grande storia che può essere rappresentata in tanti modi diversi. Park Chan Wook ha fatto un grande film, ma ancor prima, la fonte originale è il manga giapponese- e questo mio progetto è l’opportunità di dare una nuova narrazione al materiale.

Pur discostandosi dalle precedenti versioni, l’OldBoy “spikeliano” mantiene la trama sostanzialmente immutata, affrontando quindi tematiche forti  come l’isolamento, la repressione, la vendetta, il senso di colpa, ma è affidandone la sceneggiatura a un Mark Protosevich che gioca il suo jolly. Una trama avvincente, un finale che però sconvolge, difficile da digerire, forse anche per gli amanti del genere. Un cast che va ad interpretare ad hoc ruoli sicuramentenon tra i più semplici, ma che riescono a farne emergere lo spessore.oldboy locandina

Tutto comincia con l’inspiegabile sparizione di Joe Doucett (Josh Brolin), pubblicitario in declino, padre e marito assente, il quale una notte, completamente ubriaco, viene rapito. Al suo risveglio, Joe si ritrova rinchiuso in una stanza di uno comunissimo e al quanto insolito  motel, che rimarrà la sua prigione per 20 anni. Costretto all’isolamento, l’uomo,  cerca incessantemente di risalire al mandante e al movente del suo rapimento, mentre la sua unica finestra sul mondo rimane un vecchio televisore costantemente acceso. Liberato dalla sua prigionia, Joe viene catapultato nuovamente nella vita di tutti i giorni,  portandosi dietro la rabbia e l’ossessione per la vendetta maturati durante quegli anni di tormento interiore e fisico. Nel corso della sua estenuante ricerca, Doucett si imbatte nella giovane assistente sociale, Marie Sebastian (Elizabeth Olsen), che insieme alla figura enigmatica di Adrian (Sharlto Copley) lo aiuteranno nel suo percorso verso la verità.

Il panorama cinematografico contemporaneo non lascia sicuramente inesplorato il tema della vendetta, ma OldBoy si spinge ben oltre questo: scava nei lati oscuri della psiche umana portando alla luce debolezze, ossessioni che sicuramente non lasciano il pubblico indifferente, e, questa volta, non solo per l’esplicita violenza  di alcune scene.

OldBoy, trailer

https://www.youtube.com/watch?v=cvEBV8NdEcY

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Potrebbe piacerti anche Altri dell'autore

Seguici!!!

Resta aggiornato seguendo la nostra pagina Facebook.

Clicca MI PIACE per non visualizzare più questo popup.