Hugh Laurie torna nei negozi di dischi con un nuovo album: ‘Didn’t Rain’

Dopo il grande successo del suo album di debutto ‘Let them talk’, con il quale ha fatto rivivere e celebrato i fasti del blues di New Orleans, Hugh Laurie pubblica domani, martedì 14 maggio, il secondo album intitolato ‘Didn’t Rain’ su etichetta Warner Music Entertainment. Farà seguito, a giugno, un importante tour inglese.

‘Didn’t Rain’ vede Hugh Laurie partire dal suono di New Orleans e risalire la corrente del blues fino al cuore vero del suono americano. Include brani che risalgono ai primi pionieri W.C. Handy (‘St.Louis Blues’) e Jelly Roll Morton (‘I hate a man like you’) fino ad artisti più recenti come Dr.John (‘Wild honey’) e Alan Price degli Animals (‘Changes’).

“Ho deciso di continuare, di approfondire la ricerca sulla musica americana che mi ha incantato sin da piccolo,” racconta Laurie. “E più andavo avanti, più ne rimanevo conquistato – sia dalle canzoni che dai musicisti con cui ho avuto l’onore di suonare”.

Prodotto nuovamente da Joe Henry,  ‘Didn’t Rain’ è stato registrato agli Ocean Way Studios di Los Angeles in gennaio. Accompagnato dal cuore e dall’energia della Copper Bottom Band – Jay Bellerose, Kevin Breit, Vincent Henry, Greg Leisz, Robby Marshall, David Piltch e Patrick Warren con Elizabeth Lea e Larry Goldings – l’album racchiude anche varie performance del cantante e compositore guatemalteco Roby Moreno e della cantante soul Jean McClain, che in passato ha collaborato con molti e differenti artisti come Jimmy Cliff a Sheryl Crow. Nell’album ha una parte anche un ospite speciale: l’artista blues vincitore di Grammy Awards Taj Mahal, che interpreta una nuova versione di ‘Vicksburg Blues’ di Little Brother Montgomery.

‘Didn’t Rain’ verrà pubblicato in CD, in edizione deluxe formata da 2CD e un libro, in vinile.
La versione digitale, invece, è già disponibile su tutti gli store digitali (inclusa una versione speciale per iTunes).

Lo scorso 26 marzo Hugh Laurie e la Copper Bottom Band hanno suonato a bordo della Queen Mary, lo storico transatlantico dismesso e ormeggiato nel porto californiano di Long Beach. Uno di più grandi eroi musicali di Hugh, Professor Longhair, ha tenuto un celebre concerto sulla Queen Mary nel 1975 durante il party organizzato da Paul McCartney per Linda. Il suo set terminò con ‘Stagger Lee’ (brano interpretato anche da Hugh e incluso nella deluxe edition) come si può ascoltare nel suo album ‘Live on the Queen Mary‘.

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Potrebbe piacerti anche Altri dell'autore

Seguici!!!

Resta aggiornato seguendo la nostra pagina Facebook.

Clicca MI PIACE per non visualizzare più questo popup.