L’Ora Legale: trama e recensione del nuovo film di Ficarra e Picone

L’ora legale, la sesta commedia come sceneggiatura e la quinta come regia firmata dal duo comico Ficarra e Picone, è nei cinema italiani dal 19 gennaio 2017. I due comici saranno impegnati dal prossimo 6 febbraio in tv come conduttori di Striscia la Notizia. Di seguito trama e recensione del film.

L’ora legale: trama

Dopo anni di imbrogli e disonestà da parte dello storico sindaco Gaetano Patanè, gli abitanti di Pietrammare, paesino della Sicilia, chiedono a gran voce il cambiamento. I candida come nuovo sindaco il professore Pierpaolo Natoli (Vincenzo Amato), che vuole essere portatore di novità e legalità e si pone come alternativa allo storico sindaco del paese Gaetano Patanè (Tony Sperandeo). Natoli è appoggiato nella campagna elettorale da Valentino (Picone) mentre il sindaco uscente si avvale della collaborazione di Salvo (Ficarra).

Natoli vince le elezioni e Salvo sale sul carro del vincitore con il fine di ottenere dal nuovo sindaco il permesso di ampliare il suo locale gestito insieme all’amico Valentino. Ma il professore Natoli non approva certo il favoritismo. Il paese viene letteralmente sconvolto da questa ventata di onestà contro i privilegi, abusivismi, favoritismi…

L’ora legale: recensione

Ficarra e Picone hanno realizzato una commedia corale divertente e ben riuscita, amara e intelligente che riflette su vizi e virtù del nostro Paese. Ottima l’interpretazione dei due comici Ficarracon il suo personaggio frizzante ed esuberante e Picone che veste alla perfezione i panni del suo personaggio placido, flemmatico e pacifico. Da questo contrasto ne nasce una armonica tela narrativa intensa, ritmata e aggraziata.

Oltre a Ficarra e Picone anche gli altri attori offrono ottime interpretazioni e personaggi ben caratterizzati. Leo Gullotta è artista esemplare; Sergio Friscia e Antonio Catania sono divertenti nei panni dei due vigili Gianni e Michele; riuscita anche la figura del parcheggiatore abusivo (Francesco Benigno) che si ritrova senza lavoro a causa dell’isola pedonale, come pure della intransigente Betti (Eleonora De Luca). Ficarra e Picone hanno riferito a proposito del loro film:

Ci siamo guardati intorno, ispirati ai fatti di cronaca, ma la realtà a volte ha superato la fantasia. Abbiamo pensato al film due anni fa ed è capitato di dover aggiustare qua e là la sceneggiatura per scansare qualsiasi riferimento al reale. La nostra idea era di scattare una fotografia dell’Italia senza mai trascurare la risata. Ci siamo divertiti a capovolgere le regole: l’onestà è il vero problema e il cattivo è il sindaco Natoli. Diciamo che molti dei personaggi del film hanno una doppia faccia. Come Padre Raffaele, interpretato da Leo Gullotta, che all’inizio è contro Patanè, poi cambia casacca quando riceve a casa il pagamento dell’Imu per il suo Bed & Breakfast. Tutti i cittadini invocano l’onestà, poi però bisogna vedere come reagiscono quando toccano il loro orticello-prosegue Picone-In ognuno di noi c’è un po’ di Patanè.

L’ora legale: trailer

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Potrebbe piacerti anche Altri dell'autore

Seguici!!!

Resta aggiornato seguendo la nostra pagina Facebook.

Clicca MI PIACE per non visualizzare più questo popup.