Musica, Cinema, TV e Spettacolo

Lamb Of God: primo sold out dell’anno all’Alcatraz

Randy Blythe dei Lamb of God – Foto a cura di Stefano Cremaschi in gentile concessione

Come primo concerto dell’anno non si poteva chiedere di meglio, e martedì 7 gennaio i Lamb Of God hanno fatto registrare il primo sold-out all’Alcatraz di Milano (palco B). Ad accompagnare la band in europa per due settimane ci sono i The Huntress, capitanata da Jill Janus e da i Decapitated, visti qualche tempo fa in compagnia dei Children Of Bodom.

Nonostante si inizi a suonare alle 19:00 il pubblico che affolla l’Alcatraz è già folto. Per gli Huntress è un gioco da ragazzi conquistare il pubblico: suonano un heavy classico e la cantante, oltre ad avere una presenza scenica notevole, è anche dotata di una voce che le permette di raggiungere note altissime, sicuramente questa caratteristica non è passata inosservata a nessuno.
I Decapitated, dopo un inizio incerto causato da qualche problema tecnico, si rifanno subito e riescono a conquistare il pubblico.

Bando alle ciance ora.
Dopo un cambio palco che al sottoscritto sembra essere interminabile, finalmente, i Lamb Of God tornano a calcare un palco italiano dopo l’apparizione al Gods Of Metal 2012. In mezzo a questo lasso di tempo, il cantante Randy Blythe è stato arrestato con l’accusa di omicidio, ma poi è stato prosciolto dalle accuse.
Fortunatamente la band sembra essersi scordata in fredda quel bruttissimo episodio e sul palco si dimostrano essere gli schiaccia sassi di sempre: Randy salta da una parte all’altra del palco sbraitando nel microfono, Mr. Adler impeccabile dietro le pellli, gli ottimi Willie Adler e John Campbell che non sbagliano un colpo. Sfortunatamente Mike Morton non ha preso parte al tour per problemi famigliari.
La scaletta che propone la band pesca in maniera uniforme da tutti i loro album, ogni canzone viene eseguita alla perfezione e anche i volumi del locale sono eccellenti esaltando ancora di più l’opera di questa band.
Sfortunatamente i 75 minuti a disposizione della band sembrano essere troppo pochi e i Lamb Of God salutano il proprio pubblico annunciando l’entrata in studio della band.
Attenderemo con ansia il loro ritorno!

Setlist:

Desolation
Ghost Walking
Walk with Me in Hell
Hourglass
Set to Fail
Now You’ve Got Something to Die For
The Undertow
Omerta
Ruin
In Your Words
Vigil
Laid to Rest

Redneck
Black Label

Immagini e testo a cura di Stefano Cremaschi in gentile concessione

Siamo anche su Google Edicola! Leggi il nostro blog sul tuo mobile, clicca sul banner
Google Play store page

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere tutte le news del momento!

Seguici!!!

Resta aggiornato seguendo la nostra pagina Facebook.

Clicca MI PIACE per non visualizzare più questo popup.